sabato 31 maggio 2008

Nucleare, solo propaganda

Parla Marcello Cini, professore emerito di Istituzioni di Fisica Teorica e Teorie quantistiche all'Università "La Sapienza" di Roma, spiega perchè la scelta del governo di tornare al nucleare è completamente sbagliata da un punto di vista economico, politico e ambientale.

QUA

Wwf, Legambiente e Greenpeace dicono no al nucleare perchè INUTILE, ANTIECONOMICO E INSICURO. leggi qua il perchè.

sabato 24 maggio 2008

Figli di puttana

Chiaiano, la polizia carica i manifestanti.
qui la cronaca
qui le foto
Un governo di codardi manda 100 uomini armati contro mamme, vecchi, pensionati e padri di famiglia.
Un governo di codardi non è in grado di mandare quegli stessi uomini contro mafiosi, collusi e corrotti.
Un governo di codardi è un governo di mafiosi, collusi e corrotti.





venerdì 23 maggio 2008

Oggi in TV si parla del ponte sullo stretto di messina. Un coglione del pdl ha detto che si farà... che è indispensabile... e intanto i tg e giornali fanno i sondaggi e ci chiedono:"sei a favore del ponte sullo stretto?" ... ma la domanda è posta in modo errato, la domanda va formulata così:"che cazzo sai del ponte sullo stretto? sai quanto costa? sai chi lo costruirà? sai perchè lo costruiscono? sai quanto ti costerà usarlo? ecc..."
Ovviamente l'italiano medio non sa un cazzo e nesuno gli dirà mai un cazzo.
Così si ritrova per l'ennesima volta a dover dare un parere su una cosa su cui crede di sapere tutto!!!!
Ieri si parlava di Nucleare. Si parlava di "Nucleare Innovativo", di "Nuova Generazione". Se vai da un imbecille e gli dici:"sei a favore del nucleare innovativo?" lui cosa ti risponde? "certo!" e poi gli chiedi:"sai cosa è?" ... come cazzo fa la gente a dare un parere se non sa su cosa deve esprimerlo quel benedetto parere?
La domanda è una domanda retorica perchè so benissimo quale è il meccanismo che sta dietro.
Ah, guardate qualche post più sotto per sapere cosa è il nucleare innovativo!!!!!
Sempre ieri si parlava di inceneritori. ne vogliono fare 7 a Napoli. Quel coglione di Scarjola diceva che grazie a 7 inceneritori risolveranno il problema di napoli. A Napoli ci sono 700.000 tonnellate di rifiuti sparse per le strade. L'incenritore di Brescia brucia 800.000 tonnellate all'anno. In Italia ci sono 50 incenritori... Secondo voi, 50 inceneritori non riescono a smaltire i rifiuti che ci sono a Napoli?
Ieri ad Anno Zero, un cretino berlusconiano (scusate, non ricordo il nome... vi posso dare un indizio: era un coglione), per giustificare la costruzione di 7 inceneritori per bruciare le 700.000 tonnellate di monnezza di Napoli, ha detto che l'incenerimento è l'unica soluzione perchè le discariche non sono una soluzione definitiva (concordo), per mettere in piedi un inceneritore bastono 8 mesi e per avviare una raccolta differenziata porta a porta servono 3 anni. Balle balle balle: un incenritore ha bisogno di 1 anno di collaudi. Inoltre, molti comuni hanno dimostrato che la raccolta differenziata in Italia viaggia alla grande: cercate su google, mettere "raccolta differenziata mesi %" e vedete cosa vi esce: in 3 mesi si arriva all'80%!!!!!!! 3 mesi porca troia!!!!!!!
Nel frattempo in Campania esiste un impianto di riciclaggio che lavora 5000 Kg/h (40.000 tonnellate/annue) di materiale ma dalla regione Campania ricevono solo 3500 tonnellate/annue . Perchè porca troia? perchè? Questi qua lavorano gli stessi materiali che verrebbero bruciati in quegli inceneritori di merda, ma li lavorano a costo ZERO per il cittadino campano!!!!!

Gli inceneritori costano da 100 a 300 milioni di euro.
Ieri ho parlato con direttrice del più grande impianto di riciclaggio del nord italia: il Centro riciclo Vedelago e mi ha detto che per per gestire la frazione secca di una città come Brescia (300.000 persone) basta un impianto da 1 milione di euro, tra l'altro, completamente finanziato dall'Unione Europea!!!!!!
Che cazzo volete che vi dica ancora? Ponte sullo stretto, Nucleare falsamente innovativo, Inceneritori inutili, Discariche nel tufo, Siti di stoccaggio di scorie nucleari secretate, Esercito fuori dalle discariche...
Ma cosa cazzo devo ancora dirvi porca di quella puttana!

martedì 20 maggio 2008

Porca miseria, non so più come cazzo fare a farvelo capire

Continuo a dirlo che l'inceneritore non serve a un cazzo, che non è la soluzione, che l'alternativa c'è! ma qua nessuno mi da retta! E come faccio a darvi torto, in fondo sono solo un pirla con il sogno di chiudere un giorno o l'altro quell'incenritore di merda... e allora ascoltate questa dottoressa:


PS: la cosa che sto per dirvi a me sembra ovvia, ma ho scoperto che tanto ovvia non è: il contenuto dei cassonetti dei contenitori di plastica (credo quelli gialli) e dei cassonetti della carta (quelli bianchi) non è destianto ai centri di riciclaggio, ma VENGONO INCENERITI IN QUELLA MERDA DI IMPIANTO DEL CAZZO! Se considerate che gli unici materiali che possono essere bruciati (perchè sono quelli con il rendimento termico maggiore) sono proprio plastica e carta, per che cazzo Aprica/Asm/A2A dovrebbe mandarli al riciclaggio?!?!?!? Quindi, smettete di "differenziare" e sbattete tutto nello stesso cassonetto! Quei pezzi di merda prendono 80 milioni di euro all'anno di finanziamento pubblico!!!! che si sbattano un pò a separarsela da soli la nostra merda!

Un cordiale fanculo all'inceneritore di Brescia e a chi ancora lo sostiene

lunedì 19 maggio 2008

In merito alla questione "l'energia diventa segreto di stato" vi rimando ancora una volta al blog di Beppe Grillo.
Nonchè all'articolo che avevo linkato qualche post fa.
Di seguito, Carlo Rubbia (Nobel per la fisica nell'84) parla del Nucleare Innovativo cioè quello che utilizza il Torio (ne avevo già parlato qualche post fa anche di questo...) nonchè del fotovoltaico come le uniche due fonti sostenibili per il futuro di questo pianeta.

Di seguito un altro filmanto con Rubbia che spiega due cose basilari all'ignorante Casini (è fatto un pò col culo ste filmanto, cercate di carpire qualche informazione...)

vi metto anche questo video con Berlusconi, Casini e Grillo... ovviamente si parla sempre di energia

domenica 18 maggio 2008

Ancora su Schifani

Dal Blog di Daniele Martinelli

"[...] Riporto a tal proposito una lettera che ho rinvenuto sul sito dell’Italia dei Valori Lombardia, a firma del capogruppo regionale Stefano Zamponi.

Invito i lettori del blog a sottoscrivere la lettera con un copia incolla firmato a proprio nome e cognome da mandare via mail a Schifani a questo indirizzo:

schifani_r@posta.senato.it

Al Presidente del Senato Renato Schifani

Il sottoscritto cittadino elettore Le chiede se corrisponda a verità quanto affermato da Marco Travaglio nel libro: “Se li conosci li eviti” e cioè:

1) che Lei sia o sia stato socio della Società Siculabrokers unitamente a Nino Mandalà e Benny D’Agostino

2) che Lei sia stato Consulente del Comune di Villabate come esperto del Sindaco in materia Urbanistica.

Qualora lo ritenga utile od opportuno, potrà aggiungere sue eventuali valutazioni.

In assenza di Sua risposta entro 10 giorni da oggi, riterrò il suo silenzio come conferma dei fatti soprariportati e trarrò le mie valutazioni

Distinti saluti
Daniele Martinelli
"

Io ovviamente ce la mando!

giovedì 15 maggio 2008

Fini, vai a fare in culo fascista di merda


Porca troia, perfino Casini ha capito che sei uno stronzo!
Vorrei anche fare i complimenti a Veltroni per il suo totale appoggio al Mafioso-Nano.
Ma soprattutto, vorrei fare i complimenti a chi lo ha votato.
Grillo ha sempre sostenuto l'inciucio tra Veltroni e Berlusconi.
Grillo li chiama Veltrusconi.
Grillo ha sempre condannato Veltrusconi.
Ma Grillo era solo un folle, un ciarlatano, un buffone, un demagogo!
E adesso come la mettiamo?
Adesso come la mettiamo con solo Di Pietro (e Casini...) a fare l'Opposizione?
dai, ditemi come la mettiamo adesso.

PS: il regime si è instaurato 14 anni fa, non ieri.

martedì 13 maggio 2008

Siamo Tutti Marco Travaglio by MicroMega

grazie alla segnalazione del grandissimo Valla, sentite un pò cosa dice Dario Fò - Fonte MicroMega

Sempre da MicroMega, ecco a voi alcuni sostenitori di Marco (ormai lo chiamo direttamente per nome...) circa la questione Mafioschifano:
Pancho Pardi - Politico (idv), Scrittore e sostenitore del V-Day
Sabina Guzzanti - Una delle vitime del famigerato Editto Bulgaro
Carlo Lucarelli - Scrittore, conduttore, sceneggiatore e giornalista (è quello di Blu Notte)
Moni Ovadia - Attore teatrale, cantante e compositore
Lidia Ravera - Scrittrice e giornalista

Ah, e poi c'è questa lettera:
"Come Associazione Nazionale dei Familiari delle Vittime della Mafia esprimiamo la più sincera solidarietà a Marco Travaglio incoraggiandolo ad andare avanti nella propria attività d'informazione. Travaglio incarna l'espressione più nobile del giornalismo libero da ogni servilismo nei confronti del potere politico. Inoltre, essendo membri della nostra associazione alcuni familiari di giornalisti uccisi dalla mafia e morti in nome della libertà di stampa, non possiamo tacere di fronte alle annunciate sanzioni, che corrispondono ad una vera e propria censura, da parte della Televisione di Stato nei confronti di chi ha svolto in maniera impeccabile e corretta il proprio dovere di giornalista. Se oggi Marco Travaglio venisse censurato o sanzionato per aver detto semplicemente la verità, quale senso avrebbero le morti dei giornalisti che in nome della libertà di stampa hanno sacrificato la propria vita?
Le sfilate di politici e funzionari in occasione della recente giornata dedicata alla commemorazione dei giornalisti uccisi dalla mafia sono dunque soltanto delle kermesse senza valore alcuno dato che, pochissimi giorni dopo, il mondo politico in modo unitario e compatto attacca un giornalista perché reo di aver raccontato una verità che risulta da atti processuali. Le frequentazioni con boss mafiosi del Presidente del Senato della Repubblica, Renato Schifani, sono inoltre riportate sul libro "I Complici". La RAI ha l'obbligo di raccontare ed informare i cittadini su quanti abbiano avuto frequentazioni con boss mafiosi e personaggi legati a Cosa Nostra, sia che si tratti del ricottaro di turno o della seconda carica dello Stato.
L'Associazione Nazionale dei Familiari delle Vittime della Mafia, nel complimentarsi ancora una volta con Marco Travaglio, esprime profonda solidarietà e vicinanza a chi, come lui, svolge il proprio dovere di giornalista in modo eccellente ed ineccepibile."

Non aggiungo altro...

lunedì 12 maggio 2008

A proposito di Schifani

Dal blog di Beppe Grillo:
"...El Pais, il quotidiano spagnolo più diffuso con mezzo milione di copie, ha scritto il 29 aprile 2008, due settimane prima che Travaglio andasse dallo stuoino Fazio:

“Il suo nome (Schifani ndr) è stato associato dalla stampa italiana con la criminalità organizzata siciliana, dato che negli anni ottanta fu socio in una compagnia nella quale figuravano Nino Mandalà, boss del clan mafioso di Villabate, e Benny d’Agostino, imprenditore legato allo storico dirigente di Cosa Nostra, Michele Greco”. ..."

qua l'articolo in lingua originale
qua la traduzione

Bene, in Italia ancora nessuno (o quasi) si è accorto che al governo abbiamo dei mafiosi (nel caso di Schifani si tratta di "personaggi che hanno avuto a che fare con mafiosi"...), mentre all'estero sembra essere palese!
Ci sarà un motivo perchè la Spagna ci sta dando via la merda con una facilità disarmante... o no?
voi che dite?
Crisi economica o Sudditanza Mediatica?
Un cordiale vaffanculo agli ebeti televisivi

L'energia diventa un segreto di stato

Leggete questo articolo de il'Il sole 24 ore
Bene, ora se il nostro caro Governo di mafiosi decide di costruirti un inceneritore o una centrale nucleare sotto il tuo culo, può farlo perchè è SEGRETO DI STATO!
MA DOVE CAZZO SIAMO FINITI? MA VI RENDETE CONTO? MA COSA CAZZO STANNO FACENDO? E NOI COSA CAZZO STIAMO FACENDO?
io emigro
io me ne vado
vado via da questo paese di merda
vado via da un popolo di merda
vaffanculo Regime del cazzo.

Non ci posso credere

Fazio si è scusato in diretta TV con il mafioso Schifani.
No! non è possibile! Ti prego dimmi che non è successo! ...
Porca troia è successo veramente!
Che paese di merda.
Tutti uguali.
Tutti chini genuflessi a leccare il culo del padrone.
mavaffanculo.

Claudio Cappon - dg RAI - dice:"Mi dissocio e manifesto la più alta considerazione e rispetto per il presidente del Senato"
La Finocchiaro - pd - dice che non si possono lanciare accuse così gravi senza contradditorio...
Giuliano Urbani - consigliere pdl - dice:"E' uno dei momenti più bassi dell'azienda"
Ma porca troia, ma chi cazzo difende la Libertà e l'Informazione in questo paese di merda? Chi cazzo difende Travaglio? Chi, porca miseria? Ma è possibile che a destra si attacchi, a sinistra si tace, la stampa spara cazzate e nessuno difende le sacrosante verità che ha detto Travaglio? Solo Di Pietro? Solo lui? E intanto il TG1 del nostro caro Silvio Mafiaberlusconi che cosa fa? manda l'ennesima intervista lecca-culo a quel mafioso di Schifani.
Paese di Merda

PS: vi rimando ancora una volta al divino blog di Daniele Martinelli

domenica 11 maggio 2008

Per sapere cosa sta succedendo a Napoli e provincia

Rifondazione Borbonica

No, non è una questione napoletana, è una questione italiana! so che a molti di voi non frega assolutamente un cazzo se un'intera regione sprofonda nella merda, so che a molti di voi, pur condividendo molte delle cose che scrivo nel blog, non gliene fotte un emerito cazzo dell'immondizia a Napoli! Ma non possiamo lasciare che venga devastata un’intera regione e tutto il suo patrimonio ambientale! Per non parlare dei danni che causerà alla popolazione!
Ok, forse ancora non vi ho convito. Bene, allora mettiamola così: mettiamo che a Chiaiano fanno questa mega discarica, mettiamo che, come natura vuole, il tufo non trattiene il percolato, mettiamo che questo venga a contatto con le falde. Mettiamo anche che tutte le altre discariche previste dal piano del commissario speciale per i rifiuti a Napoli vengano aperte. Mettiamo anche che vengano costruiti tutti gli inceneritori ritenuti “indispensabili”. Bene, ora immaginiamo Napoli e la Campania tra 5, 10 e 15 anni e immaginate di trovarvi in una regione con un tasso di mortalità infantile elevatissima, un tasso di incidenza dei tumori superiore alla media italiana e una crescita esponenziale di malformazioni nei bambini. Immaginiamo falde inquinate e completamente inutilizzabili. Litorali, boschi e intere aree protette perdute completamente. Zone turistiche che perdono la loro importanza per via dell’inquinamento… Chi credete che pagherà tutto questo? Queste cose (e sono solo una parte, le prime che mi sono venute in mente!) si traducono tutte in un costo economico per la regione e quindi per lo stato! Vi rendete conto di questo? Vi rendete conto che per riparare alla crisi di oggi, ci toccherà pagare per i prossimi 10, 20 e 30 anni? L’alternativa alle discariche e agli inceneritori c’è e si chiama: Compostaggio + Raccolta Differenziata + Biostabilizzazione! Le conoscenze e la tecnologia c’è ed è molto più economica di quella che si vuole mettere in atto oggi! Ma perché nessuno ne parla? Perché nessuno si impegna a mettere in atto questa politica? Perché i centri di smaltimento rifiuti oggi presenti non sono in funzione? E perché qualora lo fossero, producono altra merda? La soluzione tecnica alla questione c’è, la soluzione politica no.
Meditate gente ma soprattutto differenziate.
Un cordiale vaffanculo alle lobbies dei rifiuti.

Nessuno Tocchi Marco Travaglio - 2



mercoledì 7 maggio 2008

Ho litigato di nuovo

Sono incazzato, sono incazzato nero. Sono incazzato perché oggi ho litigato ancora una volta con un mio presunto amico. Non è possibile. Non è possibile essere circondati da ignoranti e menefreghisti.
No, non si parla di politica, stavolta si va oltre alla pura e semplice ideologia politica.
Stavolta non ho litigato con un leghista.
Stavolta ho litigato con l’ignoranza!
Me ne stavo bello tranquillo a mangiare la mia focaccia quando arriva un mio amico e mi butta li la solita frase del cazzo che ultimamente sento un po’ troppo spesso: “hai visto quanto prende il tuo amico Beppe Grillo”. Ok, mi son detto:”calma”. E gli ho risposto:”due cose: uno, Grillo non è un personaggio politico, i soldi che prende non sono soldi pubblici e sono solo e unicamente affari suoi. Due, se lui prende 4 milioni, a me (e non solo a me) interessa solo che ci paghi su le tasse e basta.”. Ovviamente non contento della mia risposta ha cominciato a girare il dito nella piaga tirando fuori teorie che, secondo me, non stanno ne in cielo ne in terra ma, essendo in democrazia, devo permettere che esistano! In poche parole, il mio amico sostiene che i soldi di Grillo provengono (anche) da fonti non molto trasparenti. Insomma, secondo lui ci sono dietro altri personaggi e perfino politici… vabbè, io ovviamente non posso sentire cose del genere e di fatti gli ho spiegato da dove Grillo prende i soldi cioè attraverso la vendita di libri e dvd e che la vendita si basa su offerte libere. Gli ho anche detto che Grillo ha organizzato una manifestazione da 120000 persone, completamente gratuita... senza dimenticare quella del primo V-Day. Inoltre gli ho anche ricordato che Grillo è privo di sponsor, il suo blog non ha l’ombra di uno sponsor (ed è tra i primi 10 al mondo come numero di contatti...). Inoltre, Grillo non ha mai fatto pubblicità a nessuna azienda privata!

Allora mi viene detto che in realtà, con le sue battaglie, Grillo potrebbe fare dei favori a certi personaggi… altra boiata stratosferica! Gli unici favori che fa sono quelli alla salute pubblica, alla giustizia, all’informazione vera ecc ecc.. insomma gli unici beneficiari siamo noi comuni cittadini!!
Vabbè, per me le accuse avanzate da questo mio amico sono cazzate, in ogni caso, non ho i mezzi per sostenere la mia teoria (certo che lui ne ha meno di me!!!!) quindi devo ammettere l'esistenza del dubbio.
Io ho cercato di mantenere la discussione sul civile e soprattutto ho mostrato una certa serietà mentre parlavo. Dall'altra parte, dopo un primo approccio serio all'argomento ho sentito solo battute. Insomma, la discussione è partita seria ma appena il mio "amico" non aveva più argomenti seri per ribattere si è ridotto a fare battute del cazzo! E li mi sono incazzato. Gli ho detto che se voleva continuare a parlare seriamente io ero ben disposto al dialogo. Se invece voleva ridere e scherzare su queste cose, io me ne sarei andato. E così ho fatto.
Ovviamente io ho attaccato le cazzate che diceva il mio amico, ma non tanto per il contenuto, ma per il semplice fatto che il suo unico intento era quello di sparare merda, in modo del tutto gratuito su qualcosa in cui credo! Perché sei venuto da me a dirmi ste cazzata su Grillo? Con quale intento? Quello di insultarlo e di insultarmi? No ma spiegami il meccanismo che ti ha spinto a fare quello che hai fatto!!!!!! Voglio capire cosa significa essere amico tuo!!!! Ma porca troia, è come se io andassi da un mio amico ultracattolico e gli bestemmio in faccia! Come cazzo pensate che reagisca questo? Mi prende a calci come minino!!! Ma la cosa bella è che questo tizio si definisce mio amico! Mio amico? E se allora non ero tuo amico che cazzo mi dicevi?
Vedete, non è una stupidata quello che è successo oggi. Non può essere presa come una semplice lite.
La questione è sempre la stessa: si ride e si scherza e basta. Oggi, si ride su tutto, non si prende nulla sul serio e si va avanti. Grillo, che lo si ami o che lo si odi, pone degli interrogativi importanti che non possono essere presi alla leggera. Se si vuole parlare di Grillo, e intendo delle sue battaglie e non dell’uomo in se, si lasciano da parte le battute del cazzo e si parla seriamente altrimenti si sta zitti. Ma soprattutto, se non si sa un cazzo si ammette l’ignoranza, si abbassa la cresta e si sta zitti. Lo so benissimo che il mio “amico” ha tirato fuori il fatto dei 4 milioni solo e unicamente per pigliarMI per il culo! Anche se lui nega questa cosa!
Lui si giustifica dicendo che non voleva criticare nessuno perchè non prende mai posizioni, che non da mai un giudizio definitivo su nulla!
Ecco, allora perché l’unica volta che ti ho sentito parlare di Grillo è stato solo dei 4 milioni? Perché non ti ho mai sentito parlare di una sola, dico una sola delle mille battaglie che sta portando avanti? Perché gente di merda come te spara sentenze pur non sapendo un cazzo? Perché gente come te giudica una persona senza avere la ben che minima idea di cosa abbia fatto nella vita? Perché a queste domande mi rispondi con un patetico “io non prendo mai posizioni”…?
Bella risposta del cazzo, non sbilanciarti mai ne, non sbatterti per cercare la verità e soprattutto non schierarti mai! Stai sempre nel mezzo così se qualcosa va male potrai sempre dire:”beh si ma io ero più per quell’altro…”.
Sei un buffone, un povero patetico sfigato.
La cosa che più mi fa male è sapere che tu hai solo 24 anni e che tu dovresti essere il futuro di questa povera Italia di merda
. L’Italia andrà a puttane, lo sta già andando economicamente, ma lo andrà anche moralmente, eticamente e culturalmente. Tutto questo grazie a gente come te.
Chiedo solo di informarsi, ma non su Beppe Grillo, chiedo di informarsi su: la libertà di informazione, il controllo dei mezzi di informazione, la diffusione della rete, il problema degli inceneritori, la questione dei rifiuti, la presenza di 70 condannati/pregiudicati/prescritti in parlamento ecc… Perchè Grillo non sono solo quei cazzo di 4 milioni di euro, porca troia!
Aprite quei cazzo di occhi e smettete di credere alla TV.

Quello che voglio farvi capire è che Grillo non è nessuno.
Quello che conta è il movimento a cui ha dato vita!
Quello che conta sono le centinai di migliaia di persone che grazie alla scossa di Grillo sono scese in campo e si danno da fare per difendere i diritti di chiunque, anche di quella gente menefreghista come te! Grazie a Grillo, centinaia di migliaia di persone sono diventati cittadini liberi!
E' per questo che non permetto il ben che minimo insulto a Grillo e ai grillini! E lo difenderò sempre e da chiunque cerchi di sparare merda su quello che fa! E non dimentichiamo il fatto che il blog permette di dar voce a molte realtà che altrimenti non saprebbero come farsi sentire! grazie alla censura della stampa!

Volete un esempio? Leggete questa mail scritta a Beppe Grillo e pubblicata da Grillo stesso mediante la newsletter del suo blog:

“Petrolio lucano: affare ai danni dei cittadini

di S. A. P.

Ciao Beppe, ti scrivo per parlarti di una situazione che a mio avviso meriterebbe più considerazione, ovvero dell'attività petrolifera che interessa gran parte del territorio lucano.
Nelle valli lucane si racchiude il giacimento più grande d’Europa. Non per nulla secondo le stime dell’Eni potrebbe soddisfare il 12% del nostro fabbisogno energetico. Un triangolo petrolifero che si trova fra Viggiano, Calvello e Corleto Perticara, ricco di sorgenti e siti protetti. Ed è l’acre odore del petrolio, oltre alle strade dissestate dal via vai delle autocisterne, a tradire la presenza di pozzi nascosti nei boschi. Gli incidenti avvenuti con sversamento di petrolio hanno minacciato corsi d’acqua e inquinato terreni mai bonificati. Inoltre l'oro nero non ha cambiato le sorti economiche né della Regione né dei territori dove il greggio viene estratto, anzi se andiamo a guardare bene il petrolio in Val d'Agri ha fatto perdere posti di lavoro nel settore agricolo. I danni ambientali e alla salute quelli ci sono eccome! Complice una classe politica incapace e forse corrotta in 10 anni di estrazione intensa non si è provveduto ad alcun monitoraggio ambientale e a nessuno screening sulla popolazione. Un vero e proprio attentato ai diritti di quelle popolazioni; anche la stampa ha le sue colpe con atteggiamenti spesso servili ed omertosi. Nonostante la dimostrazione che tale risorsa è incompatibile da tutti i punti di vista con il territorio interessato a queste estrazioni selvagge e distruttive, vedo riproporre tra le promesse elettorali ricchezza e prosperità per i Lucani: c'è chi propone la benzina a metà costo e chi, invece, promette di rivedere i contratti e le intese con l'ENI, proprio mentre l’intera Basilicata è asservita alle lobby del petrolio.
Ma gli esponenti di PD e PDL - in nome "dell’ambientalismo del fare", alias dell’affare petrolio - si sono mai chiesti se i lucani fossero ancora disposti a subire passivamente questa colonizzazione distruttiva? Gli aspiranti senatori e deputati non considerano come il petrolio non sia solo incompatibile con le attività del territorio, ma abbia aperto una falla nel sistema della democrazia in Basilicata. E' in questo clima che nel mio comune di residenza, ovvero Corleto Perticara, si prevede la costruzione di un centro oli che coprirà una superficie di oltre 19 ettari con impianti necessari per la separazione ed il trattamento degli idrocarburi estratti nell’area della concessione “Gorgoglione” (paese del materano che ne ha dato il nome). Avrà una capacità giornaliera di petrolio pari a 50.000 barili/g che attraverso un oleodotto verranno convogliati nella condotta ENI Viggiano-Taranto. Oltre al petrolio sono 250 i metri cubi di gas naturale, 267 le tonnellate di GPL che verranno stoccate nell’area individuata poco distante a Guardia Perticara con 60 tonnellate di zolfo al giorno prodotto dai processi di raffinazione del greggio, di cui è ricco il giacimento. Come per il Centro Oli del vicino comune di Viggiano, il progetto prevede una torcia per convogliare e bruciare i gas tossici che dovranno essere monitorati da centraline inesistenti da ubicare nelle vicinanze del Centro Oli e nell’abitato di Corleto Perticara. Perchè quindi dar seguito allo sfruttamento di tale risorsa, dimostratasi incompatibile da tutti i punti di vista? La Basilicata ha già dato, ricevendo poco o nulla in termini economici e tanto in termini di danni ambientali e alla salute.
Per ulteriori informazioni puoi consultare il sito http://www.olambientalista.it/petrolio.htm

Ma questo voi come cazzo facevate a saperlo? Lo so io e qualche migliaio di invasati come me!

Buona ignoranza a tutti.

PS: caro amico, se ancora non hai capito il motivo per cui mi sono incazzato con te, beh allora ci rinuncio... come si suol dire, meglio soli che male accompagnati.

martedì 6 maggio 2008

l'ITALIA è un REGIME fondato su BERLUSCONI

Dall’incommensurabile blog di Daniele Martinelli:

Questo è un mondo strano! Molto strano… sentite cosa sta succedendo in Inghilterra. La più grande, antica e importante emittente televisiva al mondo, la BBC, sta vivendo un declino degli ascolti mai visto fino ad oggi: il 25% dei giovani inglesi fra i 15 e i 24 anni non guarda più la TV… attenzione, non la BBC, ma la TV in generale! E la domanda sorge spontanea: quando questo succederà anche in Italia? Quando non dovrò più sentire gente di 20 anni che corre a casa a guardare l’ultima puntata di “Amici”? Quando smetterò di sentire gente che dice che Vespa è un giornalista imparziale? Quando la gente smetterà di credere unicamente ai telegiornali? Si… quando? Chiedo forse troppo? … Vabbè, dicevo? Ah si, in Inghilterra non si guarda più la TV. Il governo inglese ha tagliato 2 miliardi di sterline alla BBC nei prossimi 5 anni. Dal 2013 gli inglesi non pagheranno più il canone. La BBC ha tagliato 25.000 dipendenti aumentando l’offerta in Rete ( = Internet). La BBC ha già aperto decine di siti che offrono notiziari locali e altri servizi innovativi. Il sito della BBC è il più cliccato del Regno Unito. Tutti (in UK) sembrano aver capito che è ora si smettere di difendere la televisione dall’attacco di internet e che bisogna cominciare a proporre i contenuti al pubblico in una nuova forma.
In Italia, un quarto dei comuni non dispone dell’ADSL. In Italia, internet non è una risorsa. In Italia, Internet non fa parte del “programma politico”. In Italia, il progresso significa Digitale Terrestre. In Italia, un Mafioso di merda ha costruito un impero grazie al controllo della TV. In Italia, voci discordanti da quelle del Mafioso vengono zittite. In Italia, le emittenti locali muoiono a causa di leggi fasciste. In Italia, la concorrenza nell’informazione non esiste. In Italia, i dirigenti RAI pretendono il canone anche da chi possiede un PC. In Italia, la classe politica sa cosa vuol dire divulgare la rete. In Italia, la classe politica conosce il pericolo di una popolazione informata.
E intanto, in Italia, cambia il governo e cambiano i direttori.
Gianni Riotta direttore del TG1 diventa direttore del Corriere della Sera.
Mauro Mazza, direttore del TG2 diventa direttore del TG1.
Clemente Mimun, direttore del Tg5 diventa direttore del TG2 (ma in lizza c’è anche l’intelligente ed indipendente Milo Infante).
Maurizio Belpietro, direttore di Panorama diventa direttore del TG2.
Se Rete 4 andrà sul satellite Fede sarà catapultato di nuovo a Studio aperto.

[...] “Già, Emilio Fede di Rete4 abusivo da 9 anni, salvato dalla legge incostituzionale di Maurizio Gasparri approvata in pochi giorni e firmata dall’ex presidente Ciampi la vigilia di Natale del 2003.
Se Rete4 non lascerà le frequenze libere ad Europa7, dal primo gennaio 2009, noi italiani pagheremo 300 mila euro al giorno di multa all’editore di Europa7 con effetto retroattivo a partire dal primo gennaio 2006.
Emilio Fede, come altri, nel suo telegiornale marchetta ha toccato a modo suo il V2-day. Non ha parlato del referendum, non ha parlato dello spreco del finanziamento all’editoria, non ha spiegato l’incostituzionalità della Gasparri. Anzi, Gasparri stesso è intervenuto nel telegiornale marchetta per dire di essere preoccupato per le “minacce ricevute” non si sa da chi, quali, come e perché.
Dopo l’intervento di Gasparri è arrivato quello di Mario Giordano chiamato “onorevole” da Emilio l’abusivo. Con la sua solita vocina da bimbetto impubere, fra le innumerevoli c….te, ha pure detto che la maggioranza degli italiani s’è espressa democraticamente votando Berlusconi.
Cari colleghi da vomito: siete la vergogna della categoria che rappresento. Mi auguro veramente sparisca quanto prima l’Ordine e la vostra casta di comici che non sanno nemmeno far ridere.”

Daniele Martinelli.

domenica 4 maggio 2008

ITALIA O ARGENTINA?

E se questa dovesse essere l'Italia di domani?

Qua vi spiega quanto le paure siano fondate... c'è tutto, debito (estero e pubblico), corruzione, magistratura sottomessa e... BANCHE!

Menem chi vi ricorda? "Concede l'indulto e tradisce milioni di lavoratori"... a me ricorda un certo Silvio... a voi?

E guardate questo: si parla di Mafiocrazia che riguarda potere economico, banche e classe politica.


Sistema di Creazione del Debito: un bel filmato che spiega in modo estremamente semplice alcune cose apparentemente complicate


Qua Beppe vi dice, in parole povere, perchè c'è effettivamente bisogno di aver paura!

sabato 3 maggio 2008

Petrolio, Uranio e Sole.

A questa pagina, potete trovare un'interessante intervista al Premio Nobel per la Fisica Carlo Rubbia nella quale esprime la sua visione sulla questione Energetica.
Prima di tutto, Rubbia smaschera l'ennesima utopia che stiamo vivendo: la produzione di petrolio è in continua ed incontrastata diminuizione e continuerà a diminuire anche negli anni a venire. Quindi, la produzione non è in aumento e non aumenterà fino al 2025 come previsto dall'Agenzia internazionale dell'energia (IEA). Infatti, un recente studio dell'Energy Watch Group prevede un calo della produzione in tutte le aree del pianeta: 40 milioni di barili contro i 120 pronosticati dall'Agenzia! Ma non è finita qua. L'EWG prevede anche un progressivo calo della produzione di energia nucleare dovuta alla scarsità della materia prima: l'uranio. Anche in questo caso le previsioni sono in contrasto con i dati forniti dall'IEA.
Quindi, di fronte alla progressiva scarsità di petrolio e uranio, Rubbia sostiene che "Dobbiamo sviluppare la più importante fonte energetica che la natura mette da sempre a nostra disposizione, senza limiti, a costo zero: e cioè il sole che ogni giorno illumina e riscalda la terra".
Alla domanda, "ma il nuclare conviene o no?", Rubbia risponde dicendo che l'ultimo reattore costruito in America risale al 1979 (e questo ve l'avevo già detto!!!!) e che costruire un reattore oggi, significa vedere i primi KWh prodotti, nel 2016-2018!!!! Inoltre non bisogna dimenticare che l'uranio è in esaurimento... l'EWG prevede ancora 35-40 anni di autonomia delle riserve. E poi c'è sempre l'irrisolta questione delle scorie! ... insomma, il nucleare non è conveniente, parole di Nobel! L'unico nucleare plausibile secondo Rubbia è quello derivante dalla possibilità di utilizzare il torio al posto dell'uranio. In questo modo si utilizzerebbe "..un elemento largamente disponibile in natura, per alimentare un amplificatore nucleare. Si tratta di un acceleratore, un reattore non critico, che non provoca cioè reazioni a catena. Non produce plutonio. E dal torio, le assicuro, non si tira fuori una bomba. In questo modo, si taglia definitivamente il cordone fra il nucleare militare e quello civile". Inoltre, questo tipo di impianto potrebbe servire per bruciare le scorie nucleari ad alta attività del nostro Paese, producendo allo stesso tempo energia (prendo queste parole per dogmi di fede, per ora, perchè non ho fonti su cui documentarmi... se quei deficienti di giornalisti imparassero a mettere le fonti a piè di pagina...).
E per quanto riguarda il cosidetto "Carbone Pulito", a cui hanno strizzato un occhio sia UK che la Clinton, Rubbia si definisce decisamente perplesso. Il "Carbone Pulito" altro non è che la classica tenologia che sfrutta il carbone per produrre energia elettrica, alla quale si affianca ll tecnica CCS (Carbon Capture and Sequestration) grazie la quale, in parole povere, si prende tutta la CO2 prodotta e la si stocca sotto terra. La tecnica, come dicevo nel mio vecchio post, è una una figata ma secondo me dovrebbe essere usata con parsimonia e solo come "tecnica intermedia", cioè di passaggio da un regime fondato su idrocarburi e uranio a un regime fondato sul rinnovabile! Non può essere ritenuta una soluzione definitiva! Inoltre, Rubbia ci ricorda che la CO2 dura in media fino a 30 mila anni, contro i 22 mila del plutonio. "No, il ritorno al carbone sarebbe drammatico, disastroso".
A questo punto il cronista gli chiede: " E allora, professor Rubbia, escluso il petrolio, escluso l'uranio ed escluso il carbone, quale può essere a suo avviso l'alternativa?". E Rubbia:"Guardi questa foto: è un impianto per la produzione di energia solare, costruito nel deserto del Nevada su progetto spagnolo. Costa 200 milioni di dollari, produce 64 megawatt e per realizzarlo occorrono solo 18 mesi. Con 20 impianti di questo genere, si produce un terzo dell'elettricità di una centrale nucleare da un gigawatt. E i costi, oggi ancora elevati, si potranno ridurre considerevolmente quando verranno costruiti in gran quantità". Sapete che foto gli ha fatto vedere? Questa!
A questo punto il professor Rubbia spiega le due teniche che ho già spiegato nel mio post "A Solar Grand Plan"... non per tirarmela, ma quanto cazzo ci vedo lungo io? ok ok, basta applausi adesso...
L'intervista, poi, si conclude con questa domanda:
Se è così semplice, perché allora non si fa?
"Il sole non è soggetto ai monopoli. E non paga la bolletta. Mi creda questa è una grande opportunità per il nostro Paese: se non lo faremo noi, molto presto lo faranno gli americani, com'è accaduto del resto per il computer vent'anni fa".
Insomma, che dire? la solita cosa: il rinnovabile si può e si deve fare! il Solare, sia esso termico, fotovoltaico, a concentrazione o che dir si voglia, si deve fare! è l'unica strada percorribile! E adesso sappiamo che lo è non solo dal punto di vista ambientale e della salute pubblica, ma lo è anche dal punto di vista economico! Dobbiamo cominciare a considerare i costi ambientali e i danni alla salute come costi veri e propri di ogni tecnologia!
Un sincero vaffanculo alle lobbies del carbone!

venerdì 2 maggio 2008

Sgarbi sei un pagliaccio!

Vi presento: Vittorio Sgarbi!

Se questo è colui il quale dovrebbe "difendere" i giornalisti attaccati da Grillo, beh allora siete messi veramente male! guardate questo pagliaccio, questo buffone, questo fascista del c...!
Dice a Santoro:"Non puoi mandare in onda queste cose"... ma stai bene? ma sei normale? ma ripigliati! Diffamazione? ma cosa cazzo stai dicendo? Stai delirando! sei Patetico! Ignorante a Marco Travaglio? tu sei un povero COGLIONE! No, ma ascoltatelo, è esilarante!!!!

Vorrei precisare che il signor Veronesi ha detto davanti a Fazio che le emissioni degli inceneritori sono "zero". Ecco, non lo dico io ma lo dicono centinai di esperti ed associazioni in italia e nel mondo che la troiata che ha sparato Cancronesi è una puttanata pazzesca! Guardate il filmanto di Paul Connet.
Guardate qua sotto. Ed ecco nuovamente la cazzata del secolo: Biagi se n'è andato da solo dalla RAI, Biagi non è stato cacciato! Biagi ha scritto un libro su Romiti? Evito di incazzarmi anche su questo... Sgarbi sei un COGLIONE.

E concludiamo in bellezza! Sgarbi, sapevo che eri un coglione, ma adesso ne ho la conferma! e che tutti voi lo sappiate!

PS: Marco, sei un grande! Sei un Dio! se fossi donna ti... beh non si può dire! Hai una classe, un modo di interagire con certi pezzi di merda semplicemente strepitoso! Emani saggezza solo a guardarti... e quando parli... dio mio forse mi sono innamorato... beh c'è sempre una prima volta per tutto!

giovedì 1 maggio 2008

Perchè sai quanto prende Grillo ma non sai cosa è il V-DAY?

Scriviamo due righe per far capire bene a tutti quanti cosa sta succedendo in questi giorni circa il caso "Beppe Grillo"... Ebbene, il 25 Aprile, sono scese in paizza due milioni di persone, ma a quanto pare non fotte un cazzo a nessuno, ben più interessante è la dichiarazione dei redditi di Beppe Grillo. Appena saputa la notizia che Grillo prende 4 milioni di euro all'anno, gli anti-grillo si sono scagliati con la solita ignoranza ed arroganza che contraddistingue solo un gregge di pecore, contro grillo e i suoi sostenitori mettendolo al rogo come un eretico.
Bene, io sono qua per farvi capire una semplice cosa: ritengo che conoscere vita-morte-miracoli di un personaggio come, ad esempio, il presidente del consiglio (ma non serve scomodare il presidente, basta prendere anche il consigliere comunale del nostro paesino di 5000 abitanti...) ecco, dicevo, sapere cosa fa un personaggio che pretende di essere in grado di guidare un paese, (non importa che siano 58 milioni o 5 mila abitanti) e nel momento in cui lo Stato ritiene che la sua prestazione debba essere remunerata mediante soldi pubblici, io ritengo che chiunque abbia il diritto (e forse il dovere) di chiedere qualunque informazione a questo personaggio perchè da quel momento in poi, quel personaggio non farà più i suoi interessi (l'intento è quello...) ma quelli di una collettività, sia essa composta da milioni o da migliaia di anime.
Bene, penso che fin qua nessuno abbia nulla da obiettare.
Passiamo a Grillo. Vi chiedo: Grillo chi è? è un dipendente pubblico? è pagato con soldi nostri? con soldi tuoi? quale è la risposta? NO! NO e poi NO! Grillo è una persona normalissima come chiunque. E come te e me, anche lui non deve rendere conto a nessuno di ciò che fa o che non fa! Perchè Grillo deve spiegare il motivo delle sue entrate? Paga le tasse? si? e allora cosa cazzo avete da rompere i coglioni? Fino a prova contraria non ha commesso nessun illecito, quindi per favore: smettete di rompere il cazzo e trovatevi qualcosa di serio da fare nella vita! Vi dico anche un'altra cosa, i soldi che Grillo prende provengono unicamente da spettacoli e dalla vendita di dvd e libri. Libri e dvd vengono venduti sul suo sito dietro pagamento di una quota del tutto arbitraria, quindi se vuoi un suo dvd puoi anche offrire 1 centesimo e te lo prendi!
Ricordo anche che il 25 Aprile a Torino, eravamo in 120.000 ad assistere ad una manifestazione completamente gratuita! e così è stato per l'8 settembre. Ricordo anche che il Blog di Grillo è totalmente privo di pubblicità e non prende un centesimo dallo stato, nostante faccia molta più informazione di molti giornali e tg televisivi. E il Blog e tra i primi 10 blog più visitati al mondo.
Che cazzo devo dirvi ancora?
Ah si, smettete di parlare della dichiarazione dei redditi di Grillo e chiedetevi perchè sapete quanto prende Grillo ma non sapete dove/quando/perchè 2 milioni di persone sono scese in piazza il 25 Aprile!
Aprite gli occhi e smettete di essere paesani.

Lettera Aperta ad Antonio Boccuzzi - Fonte: Blog di Beppe Grillo

di Marco Bazzoni, Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

"Caro Beppe, ho deciso di scrivere questa lettera aperta tramite il tuo blog ad Antonio Boccuzzi, l'operaio candidato da Veltroni al Parlamento:

Caro Boccuzzi, mi permetto di scriverLe, primo perchè è uno dei 3 operai presenti in Parlamento, e dato che sono operaio pure io, faccio riferimento a lei, secondo perchè prima delle elezioni politiche del 13 e del 14 aprile si era preso degli impegni precisi sulla sicurezza sul lavoro, che aveva detto avrebbe portato avanti in Parlamento se fosse stato eletto, e per me ogni promessa è debito.
Glieli voglio ricordare, riprendendoli da una sua intervista sul sito del Partito Democratico, e alla domanda "Lei farà un altro mestiere. Da deputato come pensa di interrompere questa catena di morte?":
«Non voglio generalizzare, ma molto spesso non sono incidenti. Sono delitti sul lavoro, dove le imprese hanno evidenti responsabilità. Ci vogliono pene severe per chi non rispetta le leggi. Incentivi per le aziende sicure. Fondi statali per agevolare le imprese più piccole. Non si può mettere sempre avanti la competitività. Ci vogliono tutele estese a tutti i lavoratori, dai precari agli immigrati».
Adesso vorrei dirLe la mia, perchè alcune sue proposte non mi convincono:
Non so se era in piazza a Torino per il V2-Day, e quindi se ha ascoltato il mio intervento, però ho detto molto chiaramente, che la prima cosa dare, prima di aumentare le pene, e fare nuove leggi, era sbloccare le assunzioni dei tecnici della prevenzione dell'Asl, che sono solo 1950 in tutta Italia, con circa 5 milioni di aziende da controllare, e che dovessero controllarLe tutte, ogni azienda ne riceverebbe uno ogni 33 anni, in pratica MAI.
E' una vergogna!!!
Non capisco come il governo Prodi non abbia sbloccato tali assunzioni, invece di continuare ad assumere dopo ogni morte o infortunio sul lavoro, ispettori amministrativi del lavoro, che come ben sa, non si occuperanno MAI, ripeto mai, di sicurezza sul lavoro, ma bensì di regolarità contributiva, cioè alla primaria funzione dell'ex ispettorato del lavoro, adesso Direzioni Provinciali e Regionali del Lavoro.
Il Ministero della Salute ha deciso che i controlli per la sicurezza sul lavoro passeranno da 75 mila a 250 mila l'anno.
Con questo personale ispettivo Asl così scarso?Ma stiamo scherzando?!
Non mi torna neanche la sua proposta di dare gli incentivi alle aziende sicure, perchè come ha detto Beppe Grillo, alla quale mi associo:
"Quando un operaio muore, si danno incentivi alle aziende che diminuiscono gli incidenti e non si chiudono quelle che producono i morti"
Iniziamo a chiuderne qualcuna, e vediamo se qualcosa cambia.
Mi associo a lei invece quando parla di aumentare le pene per chi non rispetta le leggi, perchè non voglio più assistere a sentenze del genere, esempio, in cui i responsabili delle morte sul lavoro del figlio di una mia amica, hanno avuto una pena di soli 8 mesi con la condizionale.
Le sembra giustizia questa?
Tanto per ricordarglielo, anche il suo partito, il PD, ha votato a favore dell'indulto nella passata legislatura, in cui erano inclusi per la prima volta nella storia della Repubblica anche i reati contro il lavoro.
I familiari dei morti per l'amianto nello stabilimento Eternit di Casale Monferrato vi ringrazieranno sicuramente, dato che grazie all'indulto i responsabili avranno uno sconto di pena di ben 3 anni.
E' l'ora di finirla con gli indulti e gli sconti di pena.
Avrei voluto scriverLe per email, ma dato che non mi è riuscito di contattarla (sembra che lei non ne abbia ancora una), lo faccio tramite il blog di Beppe Grillo, perchè così sono sicuro che la lettera gli arriverà sicuramente.
Saluti."