martedì 29 aprile 2008

Balasso al V2-DAY

"Molti pensavano che la Padania non avesse nemmeno l'inserto culturale, invece ce l'ha, non ha un nome, tu vai in edicola, fai un rutto e te lo danno"
"Alitalia è colpa dei rumeni"
"Hanno scritto che Sirchia ha lontani parenti rumeni, pare che si chiamava Sirchium"
"Metter nome Libero a un giornale così, equivale a chiamar putana Formigoni,uguale"
"Sky ha fatto il primo canale ad alta definizione, HD... High Definition... Qual'è il primo film trasmesso in alta definizione da Sky? ...Paparazzi! Paparazzi! Ma se tu mi trasmetti ad alta definizione una merda, rimane una merda, la vedo solo più definita!"
"I telegiornali alcuni non si capisce... per esempio, Studio Aperto. Non riesco mai a capire quando è Studio Aperto e quando Mediashopping... Il festival della natica"
"Il TG4, il regno della schieda dritta"

Perfino Balasso li piglia per il culo...

Libera Informazione in Libero Stato

La raccolta delle firme proseguirà per tutto il mese di maggio.

Sabato 3 Maggio in Corso Zanardelli - Brescia
dalle 14.00 alle 20.00

Sabato 10 Maggio al Parco Castelli - Brescia
dalle 8.30 alle 20.00

In breve, chiediamo questo:
1. Abolizione dell'ordine dei giornalisti.
2. Abolizione dei finanziamenti pubblici all'editoria.
3. Abolizione della Legge Gasparri.

In breve (ma molto breve), significa questo:
1. L'Articolo 21 della Costituzione dice che la Stampa NON può essere ne AUTORIZZATA ne CENSURATA. Il fatto che io per poter fare informazione, debba essere AUTORIZZATO mediante l'iscrizione all'albo dei giornalisti, viola l'articolo 21.

2. L'editoria italiana prende 1 miliardo di euro all'anno di finanziamenti pubblici. Soldi decisamente spesi male dato che le notizie VERE non compaiono MAI. Conseguenza diretta del fatto che Giornali e TV sono in mano ai potenti: Partiti - Mediaset - Confindustria - Associazione Bancari Italiana.

3. Oggi, il più importante mezzo di informazione, la TV, è contesa tra RAI e MEDIASET, sinteticamente definita RAISET. chiediamo la liberalizzazione del sistema, l'ingresso di nuove emittenti, la diminuzione del predominio di Mediaset, nonché la spedizione di RETE4 sul satellite.

Che dire ancora? ...Muovete il culo e andate a firmare.

Stay Tuned

lunedì 28 aprile 2008

Balle Balle e Solo Balle

"Biagi, è stato lui a volersene andare dietro lauto compenso..."
"Mangano (omicida, spacciatore e mafioso) è un eroe perchè ha avuto il coraggio di non fare il SUO nome in galera..."
"Mangano non mi risulta che sia mai stato condannato..."
"Di Pietro mi fa orrore..." 14 anni fa diceva: "viva mani pulite, viva Di Pietro!"...
...Si definisce il più grande Liberale in Italia, tant'è vero che ha regalato altri 300 milioni ad Alitalia. 300 milioni di soldi pubblici.
Soldi, ripeto, pubblici.

sentite il "difensore" del nanomafioso, Filippo Facci
Sto male.
Questo fa il giornalista.
Il giornalista.
ripeto, sto male.

domenica 27 aprile 2008

25-Aprile 2008 e 1.300.000 Firme

25-Aprile, festa della liberazione...
25-Aprile, 120.000 persone si ritrovano in una sola piazza, quella di San Carlo a Torino... 40-50.000 secondo la questura...

25-Aprile, 10.000 persone in piazza a Napoli...
25-Aprile, in piazza a Torino c'erano le Tv di mezzo mondo: BBC, CNN, Al Jazeera e perfino la Tv australiana... c'erano anche i nostri servi, Raiset...
25-Aprile, in una piazza affollata da 120.000 persone si parla di Libertà di Opinione, di Articolo 21, di Televisione, di Informazione, di Morti sul Lavoro, di Banche, di Mafia, di Servi, di Schiavi, di Banche, di Tav, di Grandi Opere, di Inceneritori, di Sviluppo Ecosostenibile, di Basi Militari USA in Italia...
25-Aprile, MILIONI DI PERSONE SCENDONO NELLE PIAZZE DI TUTTA ITALIA PER FIRMARE PER 3 REFERENDUM CHE POTREBBERO LIBERARE L'INFORMAZIONE DAI TENTACOLI DELLA CASTA, e nessuna cazzo di televisione di merda ha detto nulla! niente! non si trova un cazzo di servizio televisivo che parla di quelle centinaia di migliaia di persone scese in strada a urlare VAFFANCULO ai potenti, ai padroni, a questo fottuto regime!
Voglio dire, il motivo per cui 2-3 milioni di persone sono scese in strada potrebbe essere condivisibile oppure no, in ogni caso non sta all'editore o al giornalista dire se è giusto o sbagliato. E' però compito dell'editore e del giornalista far vedere a tutti cosa è successo in 400 piazze italiane il 25-Aprile! Non credete? Per Padre Pio si è moblitata perfino la rivista Caccia&Pesca e parliamo di 10.000 prenotazioni al giorno. Il 25 Aprile, in una sola piazza, in un solo giorno, c'erano 120.000 persone. In poche ore si sono raccolte 450.000 firme, a fine giornata erano 1.300.000. In tutta Italia c'erano più di 450 banchetti per la raccolta delle firme... A Torino c'erano la BBC, la CNN e Al Jazeera...
Eppure, tutto questo non è comparso su nessuna rete televisiva, non è comparso nulla sui canonici mezzi di comuzione. Non è comparso nulla al di fuori di Internet.
E per far sapere a voi cosa è successo il 25 Aprile, sono qua scrivere questo blog, sono qua a fare il lavoro che dovrebbero fare quei giornalisti che vengono pagati con le nostre tasse e il nostro canone!
Mi fa schifo, mi fa cagare questo paese di merda, mi fa cagare la gente che se ne sbatte, mi fa cagare tutta quella gente che crede di sapere, mi fa cagare tutta quella gente che sa e che non muove un muscolo, mi fa cagare la gente che definisce noi, popolo del VDay, dei populisti! mi fa cagare la gente che scrive su msn "abbiamo vinto"...
cosa cazzo avete vinto? non avete vinto assolutamente nulla! il 14 Aprile abbiamo perso tutti quanti! Hanno vinto solo qualche migliaio di persone su 58 milioni di persone. Come cazzo fate a non rendervene conto? Io sono l'illuso? E voi che esultate quando vedete Bossi in TV? ...Bossi? Bossi?
Ma come cazzo si fa ad avere, oggi, nel 2008... nel 2008... nel 2008! Porca troia nel 2008!!!!! Come cazzo si fa ad avere in parlamento una persona che incitava la folla a pulirsi il culo con la bandiera, che definiva il lavoro di Santoro indispensabile per la libertà in Italia e che subito dopo non esitava a scaricargli addosso quintali di merda perchè dava fastidio al suo padrone. Bossi, una merda che urla "Roma Ladrona" dopo che ha preso TANGENTI! TANGENTI porca troia! Ha preso Tangenti e definisce gli altri dei LADRI!?!? Ma come cazzo fate a essere orgogliosi di vivere in questo paese di merda?
Come cazzo fate a vivere tranquillamente?
Come cazzo fate a non incazzarvi?
Come cazzo fate a sbattervene di tutto e tutti?
Lo volete sapere come fate? Ve lo dico io:
ve ne fottete altamente perchè siete pieni di soldi, perchè la vostra piccola vita vi va bene così com'è, non ve ne fotte un cazzo di cosa vi sta intorno perchè voi siete quelli che vanno avanti con il "Tanto...". Tanto i soldi li ho. Tanto una famiglia ce l'ho. Tanto la salute c'è. Tanto la morosa/o ce l'ho. Tanto quando devo spendere 250 euro per una maglietta di D&G i soldi li ho. Tanto il posto di lavoro nella ditta di papà ce l'ho. Tanto, tanto, tanto... e continuate a vivere la vostra ridicola, misera e povera vita perfettamente consci che il sistema che vi regge in piedi è un sistema malato, marcio.
Ma non vi va di scoprire il perchè, non volete aprire gli occhi, non volete capire cosa cazzo vi sta intorno perchè avete paura di quello che cè fuori dalla vostra vita, fuori di casa vostra, fuori dalle vostre amicizie.. Smettete di essere paesani e datevi una mossa. Smettete di insultare la gente che si sbatte (anche per voi) per un paese migliore. Svegliatevi e stavolta prendete la pillola rossa

e intanto, quando un operaio muore:

sabato 26 aprile 2008

Marco Travaglio V2-DAY Torino

non servono presentazioni per quest'uomo

Parte Prima

Parte Seconda

Paul Connet V2-DAY Torino

Un Grande, un Genio, un Dio...
A fanculo Bush, Berlusconi, Veronesi e l'Inceneritore di Brescia
Guardatelo e mi scuso per le riprese non eccezionali...

video

A proposito di Paul Connet vi presento:

Obiettivo Zero! - La riduzione dei rifiuti, prima di tutto

Quando: martedì 29 aprile 2008, ore 20:30.
Dove: Aula Magna dell'Istituto I.T.C.S. Abba Ballini, via Tirandi 3, Brescia.

Il prossimo 29 aprile avremo nuovamente l'immenso piacere di ospitare il Dr. Paul Connet, docente emerito di chimica ambientale presso la St. Lawrence University di New York, per una nuova e coinvolgente serata sul tema Rifiuti Zero.
La novità sarà la presenza di altri tre grandi personaggi appartenenti all'universo Rifiuti Zero: Eric Lombardi (direttore esecutivo di Gaia, Global Anti-Incinerator Alliance), Jeffrey Morris (economista) e Rick Anthony (consulente internazionale di Zero Waste San Diego, California).
Ricordiamo che Rifiuti Zero è la soluzione definitiva nella gestione dei rifiuti: coinvolge i più diversi livelli della società, dalle istituzioni alle aziende e ai cittadini in un processo di cambiamento culturale che ha alla base la minor produzione di rifiuti possibile. E le strade per giungere a questo traguardo sono molteplici.
I quattro relatori ci condurranno quindi nel meraviglioso mondo di Zero Waste, con importanti approfondimenti anche sul versante dei benefici economici che comporterebbe la corsa verso questo importantissimo traguardo.
L'evento è organizzato dal Gruppo Meetup "Amici di Beppe Grillo di Brescia" in collaborazione con l'associazione "Ricomincio da Grillo".
A Rossano Ercolini, rappresentante della Rete Nazionale Rifiuti Zero, il nostro più sincero grazie, per averci dato questa grandiosa possibilità.
Al Dr. Paul Connet un grazie ancor più sincero, essendo uomo dalla disponibilità grande tanto quanto la sua emerita professionalità. Sempre in viaggio, alla scoperta di nuovi luoghi, volti e nuove speranze. La sua giovialità è contagiosa, siamo pregati di abusarne.
Saranno invitati i cittadini, gli amministratori locali (gli attuali candidati sindaci sono già stati informati), enti pubblici e di controllo, organi d'informazione e, ovviamente, anche l'azienda A2A Spa, nella speranza che questa volta ci venga data risposta.
L'ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Il materiale di promozione:
- manifesto A3 (colore);
- volantino A4 (colore);
- volantini A5 (B/N).

Qui la discussione in merito.

Inondiamo questa città di nuove speranze!
Crederci! Adesso!
E come sempre... PARTECIPIAMO!!!!!!!!!

Per info: grillo.meetupbrescia@gmail.com

venerdì 25 aprile 2008

giovedì 24 aprile 2008

V2-DAY BRESCIA



a
a

25 aprile 2008
V2-Day
Libera informazione
in libero Stato.


Dove saremo:

1. Brescia, Parco Gallo, via Cefalonia, Brescia 2
Dalle ore 8:30 alle 23:00
Musica, intrattenimento e tanta, tanta informazione!
Alle 15:00 si terrà la processione "Requiem per l'Informazione". Partecipiamo!
Dalle 21:00 proietteremo la diretta dello spettacolo di Beppe Grillo in Piazza Castello a Torino.
Come raggiungerci


2. Brescia, C.so Zanardelli, fronte edicola incrocio via Mazzini
Dalle ore 8:30 alle 13:00
Come raggiungerci


3. Brescia, Parco Ducos 2, ingresso da S. Polo (via Vittorio Gatti)
Dalle ore 8:30 alle 20:00
Come raggiungerci


4. Desenzano del Garda, Piazza Matteotti
Dalle ore 14:00 alle 20:00
Come raggiungerci


5. Timoline (Corte Franca), via Roma, Provinciale direzione Iseo
Dalle ore 8:30 alle 18:00
Come raggiungerci


6. Orzinuovi, Piazza Vittorio Emanuele
Dalle ore 11:00 alle 24:00
(Organizzazione a cura del Meetup di Orzinuovi)

a
a

Il dibattito sul tema dell'informazione è anticipato dalla conferenza
"Vivere l'informazione - Cercarla, liberarla, diffonderla",
che vedrà ospite Loris Mazzetti, ultimo fedele collaboratore di Enzo Biagi in RAI,
con il quale ha dato vita alla trasmissione "Il Fatto".
L'incontro si terrà giovedì 24 aprile, alle ore 20:30, presso l'aula magna dell'Istituto I.T.C.S Abba-Ballini.

a
a

Aiutaci ad organizzare l'evento!

Compilatori e certificatori dei moduli di raccolta firme
Diamo la nostra disponibilità a raccogliere le firme e successivamente a certificarle!

Fonti, dati, statistiche e informazioni
Raccogliamo informazioni sulle tematiche inerenti al V2-Day.

Marketing e raccolta fondi
Raccogliamo fondi per realizzare magliette, gadgets,
volantini, tantissimi volantini, manifesti, striscioni ed altro ancora.

Animazione e intrattenimento
Proiezioni video e collegamento con Beppe Grillo a Torino,
coreografie e gruppi musicali. Idee, creatività e disponibilità: fatevi avanti!

L'impedimento legale
La caduta del Governo e i vincoli al deposito delle firme stabiliti dalla legge sui referendum
rischiano di invalidare le firme raccolte. Ma la fattibilità della consegna non è compromessa.
Per tale motivo, e per urlare la nostra esasperazione, ci saremo comunque.

Discussione generale

Per informazioni: grillo.meetupbrescia@gmail.com
Adrian: 320/6330080.

a
a
a

La libertà di scelta viene da un'informazione libera. E i cittadini devono essere liberi di scegliere. L'illusione della scelta è il prodotto più venduto in Italia. I venditori sono coloro che non vogliono consentirci di avere un'opinione. Chi ha la conoscenza è un virus, un'anomalìa, una distorsione. Chi conosce, sceglie. Chi sceglie ha un'opinione. E per questo non è governabile, non è omologabile al sistema. Non è un suddito, non è accondiscendente, non è assuefatto. E' informato. Pericolosamente informato. L'informazione in Italia è prigioniera di Stato.
Il prossimo 25 aprile ci riverseremo nelle piazze e nelle strade, per liberarla. E per riprenderci le nostre opinioni. Raccoglieremo firme a sostegno di tre referendum, proposti da Beppe Grillo in nome di una "libera informazione in libero Stato".
Abolizione dell'ordine dei giornalisti.
Abolizione dei finanziamenti pubblici all'editoria.
Abolizione del testo unico sulla radio-televisione, proveniente dalla legge Gasparri.
Il limite è di 500.000 firme entro tre mesi. Nel primo V-Day, tenutosi l'8 settembre scorso, di firme ne abbiamo raccolte 350.000 in un giorno. Molte di più, in realtà, ma di queste tante sono andate perdute per vincoli burocratici.
Come e più di allora servirà passione, tenacia, forza di volontà. E ancora, intraprendenza, creatività, voglia di esserci. Ricreare quella magia ed indimenticabile alchimia è la nuova sfida, con la quale confrontarci, tutti insieme, nessuno escluso. Insieme, per i valori più importanti, dal libero arbitrio, alla libertà d'espressione, all'informazione libera e condivisa.
Ci saremo, ancora una volta con le gambe e con il cuore, per correre e rincorrere chi vorrà esprimere con la propria firma quel senso di esasperazione e insofferenza mai sopito.
a
a
a

Quando e dove firmare

- Brescia, Parco Gallo, via Cefalonia, Brescia 2, dalle 8:30 alle 23:00;
- Brescia, Parco Ducos 2, ingresso da S. Polo (via della Cascina Grassa), dalle 8:30 alle 20:00;
- Brescia, C.so Zanardelli, dalle 8:30 alle 13:00;
- Desenzano, Piazza Matteotti, dalle 14:00 alle 20:00;
- Timoline (Corte Franca), via Roma, Provinciale direzione Iseo, dalle 8:30 alle 18:00.
La quantità di banchetti sul territorio dipenderà esclusivamente dalle forze che saremo in grado di mettere in campo. Per cui, se avete voglia di offrire il vostro contributo ed esserci, fatevi avanti! Aiutateci!
Ricordiamo che per poter firmare è necessario essere provvisti di un documento d'identità (carta d'identità, patente o passaporto) non scaduto.
Per facilitare il lavoro dei compilatori, suggeriamo di specificare immediatamente l'esatto domicilio riportato sulla tessera elettorale, nel caso in cui questo dovesse essere diverso da quello presente sul vostro documento d'identità.
a
a
a
a

Diffondiamo il virus V2-Day!

Il materiale che pubblicizza l'evento, in sequenza volantini A5, A4 e manifesto A3.
A sinistra il volantino principale, a destra quello dei banchetti nel dettaglio.
(clicca sulle immagini per scaricarli):







Qui il carattere di scrittura (estraetelo nella cartella "caratteri" del pannello di controllo).
Se non doveste riuscire a visualizzarli, è possibile impiegare le seconde versioni.
Per il primo: volantini A5, volantino A4 e manifesto A3.
Per il secondo: volantini A5, volantino A4 e manifesto A3.
Distribuiamolo ovunque! Invadiamo la città e le province!

martedì 22 aprile 2008

lunedì 21 aprile 2008

L'Italia vista dall'estero

Ascoltate come funziona in America e come funziona in Italia...


"Art. 21.

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.

In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell'autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all'autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s'intende revocato e privo di ogni effetto.

La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.

Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni."

A Solar Grand Plan - [18/04/08]

Dal numero di Gennaio di Scientific American, sono orgoglioso di presentarvi:

"A Solar Grand Plan" di Ken Zweibel, James Mason e Vasilis Fthenakis

Questi ricercatori hanno messo a punto un piano energetico che porterebbe gli USA a coprire il 69% del proprio fabbisogno di energia elettrica e il 35% dell'energia totale (compresi i trasporti) unicamente sfruttando l'energia solare. Tutto questo entro il 2050. Ma non solo, secondo gli autori, sfruttando anche le altri fonti rinnovabili come vento, geotermico e biomasse, si potrebbe arrivare alla copertura del 100% del fabbisogno di energia elettrica e del 90% del fabbisogno energetico totale degli US entro il 2100. Da ciò se ne deduce che il consumo di carbone, petrolio e gas andrebbero via via diminuendo. In particolare, il consumo di petrolio passerebbe da 6,9 a 2,7%, quello di gas naturale da 22,2 a 11,4% e quello di carbone da 1,2 a 0,5%. In altre parole, il piano prevederebbe lo smantellamento di 300 centrali a olio combustibile e di 300 a gas naturale. Una riduzione del consumo di combustibili fossili porta a innumerevoli vantaggi: si parla di riduzioni di emissioni di gas serra di 1,7 milioni di tonnellate all'anno per quanto riguarda le centrali elettriche e di 1,9 milioni di tonnellate per quanto l'autotrazione grazie all'introduzione di veicoli ibridi ricaribili grazie all'energia solare. In totale la riduzione di CO2 nel 2050 sarà del 62% rispetto al 2005. Altro vantaggio indiscutibile è la riduzione dei conflitti in medio-oriente e in molte altre Zone Calde della Terra. Ovviamente il valore dell'investimento è decisamente importante: si parla di più di 400 milioni di dollari nei prossimi 40 anni. L'investimento è considerevole, ma secondo gli autori (e anche secondo me) porterà a risultati sorprendenti.

Ma vieniamo a cosa vogliono fare sti qua. E' dimostrato che l'energia solare che colpisce la Terra in 40 minuti, se fosse catturata e convertita al 100%, basterebbe per coprire l'intero fabbisogno energetico del pianeta di un anno! Detto questo, gli autori fanno notare che gli US possiedono una superficie di circa 250.000 miglie quadrate (circa 650.000 kilometri quadrati) di terreno desertificato, disabitato ed inospitale che riceve oltre 4,5 milioni di miliardi di Btu di radiazioni solari all'anno (Btu = British thermal units = 1055,06 joule) e per questo sarebbe adatto ad ospitare sterminati campi di pannelli fotovoltaici. Si calcola che se si convertisse solo il 2,5% di tale radiazione, si coprirebbe l'intero fabbisogno degli US del 2006! L'obiettivo è quello di arrivare alla produzione di 3.000 GW di energia prodotta grazie all'instalalzione di 30.000 miglia quadrate (77.700 kilometri quadrati) di pannelli fotovoltaici. Attenzione, la superficie sembra essere infinita, ma non bisogna dimenticare che a parità di GWh di corrente prodotta, il fotovoltaico occupa una superficie minore rispetto a quella occupata dalle centrali a combustibili fossili, senza considerare poi l'esensione delle cave di carbone a cielo aperto che occupano aree sterminate!!!

Gli autori sostengono anche la necessità che la tecnologia dei pannelli fotovoltaici si evolva incrementanto l'efficienza dei moduli. Questa speranza non è campata per aria dato che dal 2005 al 2007, l'efficienza è passata dal 6 al 10% per le classiche celle al silicio. Si prevede di raggiungere l'11,5% entro il 2010 e si stima il 14% di rendimento nel 2050. Oggi il costo al KWh del'energia elettrica prodotta da fotovoltaico è di 16 centesimi di dollaro, nel 2050 si prevede di arrivare a 5 $cent, che è il valore del costo dell'energia che si paga oggi in America (così è riportato... mi sembra un pò pochino dato che noi l'energia elettrica la paghiamo 0,18 euro al KWh... se così fosse, per noi, il piano energetico proposto degli autori, risulterebbe economicamente vantaggioso già oggi, non tra 20 o 40 anni!!!!)

Al progetto fotovoltaico, gli autori hanno affiancato altre due tecnologie "innovative". Innovative tra virglotte perchè in realtà sono già state impiegate in varie parti del mondo, ma forse non in modo così intensivo ed estensivo. In particolare si tratta di "Compressed-Air Energy Storage" e "Concentrated Solar Power". Il primo consiste in un metodo di immagazinamento dell'energia prodotta. Sappiamo benissimo che le celle fotovoltaiche funzionano al massimo di giorno mentre al chiaro di luna fanno ben poco. Questa tecnica serve proprio per immagazzinare l'energia prodotta durante il giorno e cederla durante la notte. Consiste nel far funzionare, mediante l'energia prodotta durante il giorno, grandi compressori che sparano aria (compressa) in cavità naturali del sottosuolo dove vi rimane fino a quando non cè una richiesta di energia tale che il solo sistema fotovoltaico non riesce a garantire. Allora l'aria pressata nel sottosuolo viene fatta fuoriuscire attraverso condotti che portano a una turbina. Quindi, questa viene messa in movimento generando energia elettrica. Si prevede che le turbine possano essere sostenute anche dalla combustione di una certa quantità di gas naturale (non oltre il 40%). Questa tecnologia farebbe incrementare il costo a KWh dell'energia elettrica prodotta dal mega impianto di 20 $cent oggi e di solo 9 $cent tra quarant'anni.

L'altra tecnolgia consiste nell'andare a concentrare l'energia solare su piccole superfici sfruttando al massimo il potere termico dei raggi solari. In questo modo si va a scaldare un particolare liquido composto da sali che a sua volta riscalda l'acqua producendo vapore. Il vapore viene impiegato per generare energia elettrica mediate una turbina. Ovviamente si cerca di sfruttare questa tecnica di notte, cioè, durante il giorno i raggi solari concentrati scaldano il flusso di sali, mentre, durante la notte i sali rilasciano il calore accumulato generando vapore. Nel 2006 una ricerca condotta da "Solar Task Force of the Western Governors' Association" stabilì che con questa tecnologia il costo dell'energia elettrica nel 2015 potrebbe essere di 10 $cent per KWh.

Che dire? Investire in queste tecnologie, cioè nelle rinovabili, conviene e abbiamo le prove! Tutte le altre fonti sono antiquate, superate e dannose! Oggi il nostro neo Presidente del Consiglio ha ricevuto la visita del Guerrafondaio Vladimir Putin con il quale ha parlato di energia, ovviamente hanno parlato di Gas naturale, quindi Eni e Gazprom... Questo secondo lui è il Progresso... Questo secondo me è il Pleistocene! Il progresso è altrove, non è ne in Russia, ne in Medio-oriente ne in Libia. Il futuro è il Sole, il vento, la geotermia, l'idrogeno o la "Carbon Capture and Sequestration". Ma la cosa più antiquata del mondo è il Nucleare. Ora va di moda, ma la domanda è: conviene? Sappiamo quali sono i costi e i rischi? E non parlo del pericolo di una nuova Chernobyl, non è quello il problema! I problemi sono: dove costruiamo le centrali nucleari? Quanto costano? Quanto tempo ci vuole prima che entrino in funzione? Quanto costa estrarre l'uranio? Quanto costa stoccare il materiale esausto? Dove lo stocchiamo? Sono domande che vorrei porre a tutti coloro che sono a favore del nucleare. Il rinnovabile è conveniente anche perchè quando si devovo valutare i costi dell'una o dell'altra tecnologia si deve tenere conto di tutti quei costi "di contorno" che quasi mai vengono considerati e sono: il costo dell'estrazione della materia prima, il costo del trasposrto della materia alla centrale, il costo della trasmissione dell'energia all'utente e delle perdite durante al trasporto e infine ma non meno importante: il costo per curare le persone che si sono ammalate a causa dell'inquinamento prodotto dalla trasformazione della materia prima in energia. In particolare vorrei porre l'attenzione sul problema della trasmissione dell'energia all'utente finale, per ciò che concerne il fotovoltaico. In Italia abbiamo un vantaggio che gli americani non hanno, loro per avere una buona insolazione, sono costretti a piazzare i loro pannelli nel mezzo del deserto a kilometri e kilometri dal primo centro abitato e quindi introducendo, nel computo della spesa finale, i costi per il trasporto dell'energia. Noi, invece, e per noi intendo siciliani calabresi campani ecc.., potrebbero tappezzare i loro tetti con pannelli ottenendo una mini centrale elettrica a non più di 10 metri dalle loro lavastoviglie, con un livello di insolazione addirittura superiore! Questo significa azzerare il costo relativo al trasporto dell'energia!!!

Un sentito ringraziamento al prof.re Federico Valerio grazie al quale mi sono abbonato a Scientific American


Ecco a voi i 70 Condannati Prescritti Indagati Imputati e Rinviati a Giudizio del nostro parlamento del cazzo - [17/04/08]

CONDANNATI, PRESCRITTI, INDAGATI, IMPUTATI E RINVIATI A GIUDIZIO
ELETTI IL 13 E 14 APRILE 2008 AL PARLAMENTO ITALIANO
Fonti: “Se li conosci li eviti” di Marco Travaglio e Peter Gomez - Ministero dell’Interno www.interno.it

accorcio molto per questioni di spazio... qua il pdf completo, ma vi prego di leggerlo tutto perchè scoprirete cose a dir poco allucinanti, talvolta esilaranti!

Popolo delle Libertà (45)

Abrignani Ignazio (FI): indagato a Milano per dissipazione postfallimentare nelle indagini sulla bancarotta della Cit.
Berlusconi Silvio (FI): 2 amnistie (falsa testimonianza P2 e falso in bilancio Macherio); 1 assoluzione dubitativa (corruzione
Gdf, falso bilancio Medusa); 1 assoluzione piena (corruzione giudici Sme-Ariosto); 2 assoluzioni per depenalizzazione del
reato da parte dello stesso imputato (falsi in bilancio All Iberian, Sme-Ariosto); 8 archiviazioni (6 per mafia e riciclaggio, 2 per
concorso in strage); 6 prescrizioni (finanziamento illecito a Craxi con All Iberian; falso in bilancio Macherio; falso in bilancio
e appropriazione indebita Fininvest; falso in bilancio Fininvest occulta; falso in bilancio Lentini; corruzione giudiziaria
Mondadori); 3 processi in corso: Telecinco (falso bilancio, frode fiscale, violazione antitrust spagnola), caso Mills (corruzione
giudiziaria), diritti Mediaset (appropriazione indebita, falso bilancio, frode fiscale), Saccà (corruzione); 1 indagine in corso
(istigazione alla corruzione di alcuni senatori).
Bergamini Deborah (FI): La sua posizione è al vaglio della Procura di Roma per ipotesi di interruzione di pubblico servizio per aver ritardato le notizie sui risultati elettorali delle regionali 2005.
Berruti Massimo Maria (FI): Condannato in via definitiva a 8 mesi per favoreggiamento.
Brancher Aldo (FI): Condannato in primo grado e in appello per falso in bilancio e finanziamento illecito al Psi. Indagato a Milano per ricettazione nell’indagine sulla scalata di Fiorani (Bpl).
Briguglio Carmelo (FI): Nel 1999 viene rinviato a giudizio per abuso d’ufficio e truffa alla Regione e all’Unione europea
nell’inchiesta della Procura di Palermo su presunti finanziamenti regionali e comunitari girati a tre società «amiche» per corsi
di formazione professionale.
Camber Giulio (FI): Condannato nel 2007 dalla Corte d’appello di Trieste a 8 mesi di reclusione (con rito abbreviato e sconto
di un terzo della pena) per millantato credito nell’ambito del crac Kreditna Banka.
Cantoni Giampiero (FI): Ha patteggiato 2 anni di reclusione complessivi prima per corruzione (con risarcimento di 800
milioni di lire) e poi per concorso nella bancarotta fraudolenta del gruppo Mandelli.
Catone Giampiero (Dc Autonomie): arrestato a Roma nel 2001 per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata,
falso, false comunicazioni sociali e bancarotta fraudolenta pluriaggravata. E' indagato per estorsione per aver spillato 118mila euro ad alcuni dirigenti Merker.
Ciarrapico Giuseppe (FI): 5 condanne definitive, una in primo grado e una serie impressionante di arresti e procedimenti
penali. Nel 1973 condanna per truffa aggravata e continuata ai danni di Inps, Inail e Inam per non aver registrato sui libri paga gli stipendi dei dipendenti. Nel 1974 multa di 623.500 lire per aver violato per quattro volte la legge che tutela “il lavoro dei fanciulli e degli adolescenti”. Nel marzo ’93 viene arrestato a Roma per lo scandalo Safim Leasing- Italsanità. Nel 1995 viene condannato con rito abbreviato a 1 anno per falso in bilancio e truffa. Aprile ’93: Di Pietro lo fa di nuovo arrestare per una stecca di 250 milioni di
lire versata al segretario del Psdi Antonio Cariglia su richiesta di Andreotti. Passa un mese e torna dentro, stavolta per un presunto miliardo alla Dc andreottiana nello scandalo delle Poste. A giugno, condanna in primo grado a 6 mesi per diffamazione. Nel 1997 la Procura di Roma lo fa rinviare a giudizio per peculato, abuso e falso nella sua attività di re delle acque minerali. Nel 1995 viene condannato con rito abbreviato per falso in bilancio delle Terme Bognanco. Nel 1998 condanna in Cassazione a 4 anni e 6 mesi per la bancarotta fraudolenta del Banco Ambrosiano. Nel 1999 la quinta condanna definitiva a 3 anni per il crac da 70 miliardi della società che controllava la “Casina Valadier”. Nel ’99, condannato in appello per emissione di assegni a vuoto, assolto in Cassazione perchè il reato è stato appena depenalizzato. Nel 2000 cade in prescrizione la condanna in primo grado per violazione della legge sulle assunzioni obbligatorie di invalidi. Nel 2001, condanna in primo grado a Perugia per abuso d’ufficio. Nel 2002 il Tribunale di Roma lo condanna a 1 anno e 8 mesi per truffa e violazione della legge sulle trasfusioni. E nel 2005 è rinviato a giudizio per ricettazione nella vecchia vicenda delle tangenti al ministero delle Poste. Del novembre 2007, il Ciarra è indagato a Roma per truffa ai danni di Palazzo Chigi. Intanto
il fisco italiano attende che il Ciarra versi 1,495 milioni di euro di tasse mai pagate. E non è questo l’unico suo debito: tallonato
dai piccoli azionisti dell’Ambrosiano, risulta residente per l’Anagrafe in una camera e servizi annessa a un capannone industriale dove ha sede la tipografia di “Ciociaria Oggi”, a Villa Santa Lucia.
Comincioli Romano (FI): Imputato per le false fatture e i bilanci truccati di Publitalia, patteggia 1 anno e 8 mesi, ottiene il consenso del pm. Nel febbraio 2008, alla vigilia della fine della legislatura, la giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato respinge al mittente la richiesta di autorizzazione (inoltrata dal gip di Milano Clementina Forleo) a usare le sue telefonate intercettate con l’amico
Stefano Ricucci a proposito della scalata al «Corriere della Sera».
De Angelis Marcello (An): Condannato in via definitiva a 5 anni di carcere (di cui 3 scontati in carcere) per banda armata e
associazione sovversiva come dirigente e portavoce del gruppo neofascista Terza Posizione.
De Gregorio Sergio (FI-Italiani nel Mondo): Dal giugno 2007 è indagato dalla Procura antimafia di Napoli per i reati di riciclaggio e favoreggiamento della camorra. Nel febbraio 2008 è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma per il reato di corruzione.
Dell’Utri Marcello (FI): Condannato definitivamente a Torino a 2 anni e 3 mesi per false fatture e frodi fiscali nella gestione
di Publitalia. Condannato in primo grado e in appello a Milano a 2 anni per tentata estorsione mafiosa insieme al boss trapanese Vicenzo Virga ai danni dell’imprenditore Vincenzo Garraffa. Condannato in primo grado a Palermo a 9 anni per concorso esterno in associazione
mafiosa. Salvato dall’immunità parlamentare dalla richiesta di arresto avanzata nel 1999 dai giudici di Palermo in un processo per calunnia aggravata contro alcuni pentiti (processo chiuso in primo grado con l’assoluzione e ora in fase di appello).
De Luca Francesco (Dc Autonomie): indagato dalla Procura di Milano per tentata corruzione in atti giudiziari.
Fasano Vincenzo (An): coinvolto in due procedimenti penali relativi alla gestione delle aree Asi di Battipaglia (Salerno). Assolto in appello dall’accusa di turbativa d’asta, per il quale era stato condannato a 1 anno in primo grado. Condannato a 2 anni per concussione il 16 ottobre 2007, pena peraltro indultata.
Firrarello Giuseppe (FI): Arrestato e condannato in primo grado (il 13 aprile 2007) a Catania alla pena di 2 anni e 6 mesi di
reclusione per turbativa d’asta nel processo (tangenti) e per concorso esterno in associazione mafiosa.
Fitto Raffaele (FI): Indagato a Bari per corruzione, falso e illecito finanziamento ai partiti.
Formigoni Roberto (FI): Imputato per abuso d’ufficio nel processo sui maneggi intorno alla fondazione Bussolera Branca.
Assolto in primo e secondo grado, s’è visto annullare la sentenza dalla Cassazione, che ha ordinato di rifare il processo d’appello.
Galati Giuseppe (FI): indagato a Catanzaro per associazione a delinquere, truffa e violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete.
Giudice Gaspare (FI): Imputato a Palermo per associazione mafiosa, bancarotta fraudolenta aggravata e riciclaggio.
Grillo Luigi (FI): nel 2005 chiesto il rinvio a giudizio per aggiotaggio. Nel 2006 Grillo, grazie alla prescrizione appena dimezzata dalla legge ex Cirielli, ha visto cadere davanti al gip di Genova le accuse mosse contro di lui per una presunta truffa nella progettazione della Tav Milano-Genova.
La Malfa Giorgio (FI-Pri): Condannato definitivamente a 6 mesi per il finanziamento illecito della maxitangente Enimont.
Landolfi Mario (An): indagato in Campania per corruzione e truffa «con l’aggravante di aver commesso il fatto per agevolare il clan mafioso La Torre».
Lehner Giancarlo (FI): condannato per diffamazione dal Tribunale di Trento.
Martinat Ugo (An): Indagato dal 2 maggio 2005 a Torino per turbativa d’asta e abuso in atti d’ufficio a proposito degli appalti per l’alta velocità ferroviaria Torino-Lione e per due strade costruite in vista delle Olimpiadi invernali di Torino 2006.
Matteoli Altero (An): Imputato a Livorno per favoreggiamento. il processo viene bloccato.
Messina Alfredo (FI): più volte indagato insieme al Cavaliere e ai suoi cari, sotto inchiesta a Milano (la Procura ha da poco depositato gli atti a fine indagini) per favoreggiamento nella bancarotta fraudolenta dell’Hdc.
Nania Domenico (An): Arrestato per 10 giorni e poi condannato in via definitiva a 7 mesi per lesioni personali legate ad attività violente nei gruppi giovanili di estrema destra (fatti dell’ottobre ’69, sentenza emessa nel 1977 e divenuta definitiva nel
1980). Condannato in primo grado per gli abusi edilizi, prescritto.
Nessa Pasquale (FI): Imputato a Bari per concussione. Chiesto il suo rinvio a giudizio.
Paravia Antonio (FI): arrestato nel 1995 per un giro di tangenti nella sanità a Napoli. Prescritto.
Papa Alfonso (FI): indagato dal Tribunale dei ministri di Roma per abuso d’ufficio patrimoniale per alcune consulenze “facili”. salvato dall'immunità parlamentare.
Pecorella Gaetano (FI): Imputato a Brescia per favoreggiamento nelle stragi di piazza Fontana e piazza della Loggia: nel 2007, dopo cinque anni di indagini, la Procura ha chiesto il suo rinvio a giudizio con l’accusa di aver corrotto un pentito di Ordine nuovo, Martino Siciliano, testimone-chiave nei processi per le due stragi nere, perché ritrattasse le sue accuse contro Delfo Zorzi.
Pittelli Giancarlo (FI): Indagato a Catanzaro per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e “appartenenza a
loggia massonica segreta o struttura similare” e a Salerno per rivelazione di segreto, diffamazione e calunnia nei confronti del
pm De Magistris, e pare anche per corruzione giudiziaria.
Proietti Cosimi Francesco (An): Indagato a Potenza e poi a Roma per corruzione, ha visto la sua posizione finire in archivio,
ma solo in parte.
Russo Paolo (FI): indagato dalla Dda di Napoli per concorso esterno in associazione mafiosa, nell’ambito di indagini sulla camorra del Nolano per i suoi rapporti con un imprenditore vicino, secondo gli inquirenti, ai clan della zona. Archiviato, resta però indagato nello stesso procedimento per violazione della legge elettorale.
Scapagnini Umberto (FI): Il 26 ottobre 2007 il pm catanese Francesco Puleio ha chiesto la sua condanna a 2 anni e 10 mesi di
reclusione per abuso d’ufficio e violazione della legge elettorale. E' pure indagato a Catania per abuso d’ufficio aggravato per i parcheggi sotterranei in costruzione nella città etnea.
Scelli Maurizio (FI): sospettato di aver intermediato il riscatto per la liberazione di alcuni ostaggi in Irak, è accusato dalla Procura militare di Roma e dalla Corte dei Conti di aver dirottato verso altre destinazioni 17 milioni di euro destinati alla missione “Antica Babilonia” a Nassiriya".
Sciascia Salvatore (FI): Condannato definitivamente a 2 anni e 6 mesi per aver corrotto, nella sua qualità di manager
Fininvest, alcuni ufficiali e sottufficiali della Guardia di finanza.
Simeoni Giorgio (FI): Indagato a Roma per associazione per delinquere e corruzione nello scandalo delle tangenti sulla sanità
nel lazio, nel 2006 s’è salvato grazie all'immunità parlamentare.
Speciale Roberto (FI): indagato dalla Procura militare di Roma per il presunto utilizzo privato di mezzi della GdF.
Tomassini Antonio (FI): condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni di reclusione per falso.
Tortoli Roberto (FI): Indagato dalla Procura di Arezzo per concorso in estorsione in uno scandalo che ruota intorno alla costruzione di una multisala cinematografica ad Arezzo.
Valentino Giuseppe (An): Indagato nel 2004 dalla Dda di Catanzaro per i suoi presunti rapporti con l’avvocato Paolo Romeo,
condannato per la sua appartenenza alla ‘ndrangheta, archiviato. Ma è tuttoggi indagato a Roma per favoreggiamento.
Vizzini Carlo (FI): Condannato in primo grado a 10 mesi e salvato dalla prescrizione in appello per il finanziamento illecito di
300 milioni di lire dalla maxitangente Enimont. Assolto dal Tribunale dei ministri di Roma dall’accusa di aver preso tangenti
quand’era ministro socialdemocratico delle Poste.

Lega Nord (7)

Bossi Umberto: Condannato in via definitiva a 8 mesi di reclusione per 200 milioni di finanziamento illecito dalla maxitangente Enimont. Condannato in via definitiva per istigazione a delinquere e per oltraggio alla bandiera. Il 16 dicembre 1999 la Cassazione l’ha condannato a 1 anno per istigazione a delinquere. Condannato in via definitiva nel 2007 a 1 anno e 4 mesi (poi commutati in 3.000 euro di multa, interamente coperti da indulto) per vilipendio alla bandiera italiana, indultato. Inoltre ha un altro processo in corso per lo stesso reato commesso nel 1997. Condannato a 7 mesi in primo grado e a 4 in appello perresistenza a pubblico ufficiale in seguito agli scontri con la polizia che perquisiva, il 18 settembre '96, la sede leghista di via Bellerio a Milano. Bossi s’è visto annullare con rinvio la seconda condanna dalla Cassazione, che ha disposto un nuovo processo d’appello. E qui, nel 2007, è stato assolto. Ancora aperto, invece, il processo di Verona per le camicie verdi della cosiddetta Guardia nazionale padana costituita nel 1996: Bossi, con altri quarantaquattro dirigenti leghisti, deve rispondere in udienza preliminare di attentato alla Costituzione e all’unità dello Stato, nonché di aver costituito una struttura paramilitare fuorilegge. Reati depenalizzati e protetto dall'immunità parlamentare.
Bragantini Matteo: Nel 2004 è stato condannato in primo grado a 6 mesi di carcere e a 3 anni d'interdizione dall'attività politica, per istigazione all’odio razziale e propaganda di idee razziste.
Calderoli Roberto: Indagato a Milano per ricettazione nell’inchiesta sulla Bpl di Giampiero Fiorani. Salvo per prescrizione nel processo per i tafferugli con la polizia nella sede leghista di via Bellerio a Milano (resistenza a pubblico ufficiale), Calderoli è scampato al processo in corso a Verona per le camicie verdi (attentato alla Costituzione e all’unità dello Stato, struttura paramilitare fuorilegge) grazie a una legge ad personam e all’insindacabilità regalatagli dal Senato.
Caparini Davide: Salvo per prescrizione nel processo per resistenza a pubblico ufficiale nel processo sui tafferugli con la
polizia durante una perquisizione nella sede leghista di via Bellerio a Milano.
Castelli Roberto: Indagato per abuso d’ufficio patrimoniale per alcune consulenze facili al ministero della Giustizia, s’è salvato grazie all’immunità. Per gli stessi fatti la Corte dei Conti l’ha condannato a rimborsare un danno erariale di 98.876,96 euro e gliene ha contestato un altro di circa 400 mila euro.
Maroni Roberto: Condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni di reclusione per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, in relazione ai tafferugli durante la perquisizione della sede leghista di via Bellerio a Milano. Maroni, prima di finire in ospedale con il naso rotto, avrebbe tentato di mordere la caviglia di un agente di polizia. Di qui la condanna a 8 mesi in primo grado, poi dimezzata in appello e in Cassazione. Maroni è anche imputato a Verona come ex capo delle camicie verdi con le accuse di attentato contro la Costituzione e l’integrità dello Stato e creazione di struttura paramilitare fuorilegge. Reati depenalizzati. Resta in piedi solo il terzo.
Stefani Stefano: Indagato a Roma per concorso in truffa ai danni dello Stato e riciclaggio, ha ottenuto la richiesta d’archiviazione.

Udc-Rosa Bianca (5)

Cesa Lorenzo: Arrestato nel 1993, rinviato a giudizio, condannato in primo grado a 3 anni e 3 mesi per corruzione aggravata nello scandalo Anas (mazzette per 30 miliardi di lire) e poi salvato da un cavillo. Prescritto. Ma dal 2006 il segretario dell’Udc è di nuovo indagato per iniziativa dei pm di Catanzaro Luigi De Magistris e Isabella De Angelis, che lo accusano di truffa per «per avere ottenuto illecita erogazione di circa 5 miliardi di lire» dalla Ue e dalla Regione Calabria. Chiesta l’archiviazionei.
Cuffaro Salvatore: Condannato a 5 anni dal Tribunale di Palermo nel gennaio 2008 per favoreggiamento aggravato di alcuni mafiosi. Indagato per concorso esterno in associazione mafiosa in un fascicolo pendente presso la Dda di Palermo.
Mannino Calogero: Arrestato nel febbraio 1995 e tuttoggi imputato in appello per concorso esterno in associazione mafiosa. Assolto in primo grado nel 2001, tre anni dopo viene condannato in appello a 5 anni e 4 mesi.Sentenza annullata e processo rifatto da capo. Nel 2007 la Procura di Marsala ha chiesto il rinvio a giudizio di Mannino per associazione a delinquere, appropriazione indebita, frode in commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine, falso ideologico e truffa aggravata.
Naro Giuseppe: Condannato in primo grado a 3 anni e in Cassazione a 6 mesi definitivi di reclusione per abuso d’ufficio nel processo per l’acquisto con denaro pubblico di 462 ingrandimenti fotografici, alla modica cifra di 800 milioni di lire. Due prescrizioni hanno invece cancellato le accuse mosse contro di lui nell’inchiesta sulla Tangentopoli messinese (primo grado: condanna a 1 anno e mezzo) e in quella per le spese folli di Taormina Arte (peculato). Assoluzione piena per un altro abuso d’ufficio che aveva spinto la magistratura ad arrestarlo.
Romano Francesco Saverio: Indagato a Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa, ha ottenuto l’archiviazione nel
2003 per il caso Guttadauro-Cuffaro. Ma dall’inizio del 2006 è stato di nuovo inquisito dalla Dda palermitana per concorso esterno, dopo le rivelazioni del pentito Francesco Campanella a proposito di altri presunti summit con mafiosi.

Partito democratico (13)

Benvenuto Romolo: condannato in primo grado nel 1999 a 140 mila lire di ammenda per percosse all’ex convivente.
Carra Enzo: condannato in via definitiva a 1 anno e 4 mesi per false dichiarazioni al pubblico ministero.
Castagnetti Pierluigi: ha una prescrizione per corruzione. Il 5 dicembre 2002 chiesto il suo rinvio a giudizio per corruzione (tangenti).
Crisafulli Vladimiro: ha visto finire in archivio l’indagine a suo carico per concorso esterno in associazione mafiosa alla Procura di Caltanissetta. In un’altra indagine, aperta per rivelazione di segreti d’ufficio dalla Procura di Messina, la sua posizione è stata stralciata con richiesta di archiviazione al gip, che non s’è ancora pronunciato.
D’Alema Massimo: s’è salvato per prescrizione del reato (accertato) di finanziamento illecito nel processo a proposito di 20 milioni di lire in nero versatigli dal boss delle cliniche Francesco Cavallari (Sacra corona unita). Archiviazione a Reggio Emilia per i presunti fondi neri incamerati dal Pci-Pds. Archiviata a Roma anche l’inchiesta per finanziamento illecito nata a Venezia. a Parma invece, dove Calisto Tanzi sosteneva di averlo finanziato con inserzioni pubblicitarie sulla rivista della sua fondazione Italianieuropei, D’Alema è rimasto un semplice testimone; infine la Procura di Milano sta ancora vagliando la sua posizione nell’ambito delle indagini sulla scalata dell’Unipol alla Bnl di Consorte nell’estate del 2005: il gip Clementina Forleo, che ipotizzava un suo concorso nell’aggiotaggio di Consorte, ha trasmesso gli atti alla Procura.
Gozi Sandro: Indagato – secondo «Panorama» – per associazione per delinquere, truffa e violazione della legge Anselmi sulle logge segrete dalla Procura di Catanzaro, nell’ambito dell’inchiesta «Why Not» sui fondi pubblici succhiati da consulenze fittizie e società create da politici calabresi (e non) di destra e di sinistra.
Laganà Fortugno Maria Grazia: ipotesi di reato: truffa ai danni dello Stato, per presunte forniture sanitarie irregolari.
Latorre Nicola: è stato indagato a Potenza per favoreggiamento, archiviata. Altre intercettazioni telefoniche l’hanno portato Latorre a un passo dal finire indagato a Milano per le scalate bancarie dei furbetti del quartierino. Ora la sua posizione è al vaglio della Procura di
Milano.
Lolli Giovanni: imputato in udienza preliminare a Bari per favoreggiamento nell’inchiesta sui presunti abusi della
Missione Arcobaleno. . Nel 1999 accusato di favoreggiamento, rischia la prescrizione.
Lusetti Renzo: condannato dalla Corte dei conti a risarcire il Comune di Roma oltre 2 miliardi di lire per consulenze ingiustificate. In appello l’importo è stato ridotto di un quinto.
Margiotta Salvatore: indagato a Potenza per falso ideologico e a Catanzaro, secondo l’Ansa, per abuso d’ufficio, ipotesi di peculato e rivelazione di segreto d’ufficio.
Papania Antonio: il 24 gennaio 2002 ha patteggiato davanti al gip di Palermo una pena di 2 mesi e 20 giorni di reclusione per abuso d’ufficio. La vicenda risale al 1998.
Rigoni Andrea: condannato a 8 mesi di reclusione in primo grado per un abuso edilizio sul monte di Porto Azzurro, all’isola d’Elba. prescritto.

Tessera P2 1816 - [17/04/08]

Guardate questo video dove il Grande Indro racconta del suo incontro con Licio Gelli, Gran Maestro della Loggia Propaganda 2, detta anche P2.
Ascoltate soprattutto il finale. Notate una certa somiglianza con quello che sta succendedo adesso?

Un certo Silvio Berlusconi, iscritto alla P2 con la tessera 1816, discepolo di Gelli, possessore di 3 + 3 reti televisive, di oltre 40 testate giornalistiche e della più grande azienda di pubblicità italiana...

Se questo non è CONTROLLO, cosa è secondo voi?

Ricordo che Re Silvio ha già minacciato Santoro e Travaglio... guardate il video nel post successivo!




Indro, torna ti prego!!!! abbiamo bisogno te!!!!!!

Porca troia guardate chi cazzo avete eletto - [15/04/08]



Sono triste... - [15/04/08]

Sono triste, sono profondamente e immensamente triste... no, non è colpa di nessuna donnina che mi ha spezzto il cuore... è colpa di questo paese di paesani, di questo paese di ignoranti, di questo paese di figli di evasori fiscali del cazzo a cui nulla importa se non della loro tanto osannata vita da privilegiati del cazzo. Poco importa se Reporters Sans Frontierers nel 2005 ci dava al 44° posto per libertà di informazione mentre freedomhouse, nello stesso anno, ci colloca persino al 77° posto alla pari di Bolivia e Mongolia, classificandoci "partly Free"... Nel 2005, vi ricordo perchè forse vi sfugge, stava terminando il dominio di Silvio Berlusconi.

Mi viene anche in mente che tra il 2001 e il 2005 venivano cacciati dalla televisione certi personaggi come Biagi, Luttazzi, Santoro, Guzzanti, Freccero e Massimo Fini... persone che sono state cacciate da un Presidente del Consiglio (è sempre lui...), cosa mai verificatasi in nessuna Democrazia al mondo! ... ma questo a voi cazzo vi frega, non sapevate chi erano allora e continuerete a non sapere chi sono adesso...

Sono tremendamente sconsolato perchè accendo la TV e vedo Emilio Fede che se la ghigna come un coglione di merda mentre riporta le percentuali vittoriose del suo padrone... ma mi chiedo cazzo ride!?! mi chiedo ma che cazzo ride questa ameba di merda!?! Perchè ancora non sa cosa gli succede appena gli italiani scoprono che la multa da 350.000 euro al giorno (a partire dal 2006), inflitta dalla corte costituzionale europea all'Italia per via della faccenda Rete4/Europa7, non verrà pagata da Mediaset ma dagli italiani grazie alle loro tasse!!! ...ridi ridi buffone!

E sono sempre più triste perchè l'Italia sta accumulando un'altra super multa che quasi tutti, per ora, ignorano. Si tratta di 46,5 euro al secondo che dovremo pagare, a partire dall'1 Gennaio 2008, per il non raggiungimento degli obiettivi del protocollo di Kyoto! Protocollo che l'Italia ha firmato... stiamo a oltre 431.000.000 di euro...

Sono triste perchè vedo in televisione gente che festeggia per la vittoria di Silvio. E sono triste perchè Silvio li ha pigliati tutti per il culo promettendo, come fa di solito, Luna, Marte e Saturno tutti insieme!!! E sono triste perchè ancora oggi, 14 aprile 2008, vedo in TV merde del tipo Buttiglione e La Russa che filosofeggiano e parlano del futuro di questo paese come se fossero grandi pensatori... che tristezza...

Sono triste, ma anche curioso di vedere quanto questa nazione riesce a cadere in basso prima di aprire gli occhi e darsi una svegliata. Sono proprio curioso di capire quanto la gente che si sbatte è disposta a continuare a sbattersi per tutti quelli che non fanno un cazzo dalla mattina alla sera e sperperano la ricchezza pubblica. Sono curioso di vedere che faccia faranno tutti quelli che credono nel "Roma ladrona" quando vedranno i sogni di gloria e indipendenza promessi da quel morto vivente di Bossi fallire miresabilmente per un'intrinseca ed ovvia impraticabilità, che a quanto pare così ovvia non è...

E intanto il PDL porterà alle camere 64 pregiudicati/condannati/inquisiti mentre il PD 18... Zero l'Italia dei Valori...

E intanto si costruiranno inceneritori quando nel resto dell'Europa si stanno smantellando... e si costruiranno rigasificatori quando nel resto d'Europa si cercano e sviluppano tecnologie alternative ai comustibili fossili... e intanto si tornerà a parlare di nucleare quando nel biennio 2008-2009 è prevista la chiusura di ben 11 centrali nucleari per un totale di 7.229 MW... e intanto si costruiranno la TAV e il ponte sullo stretto di Messina per una spesa complessiva di 28 miliardi... considerando che con la pressione fiscale al 44% lo stato prende 90 miliardi di euro, che bastano solo per pagare gli interessi sul debito pubblico, mi chiedo come cazzo fa Silvio a pagare quelle opere!?! Senza considerare le altre grandi opere e il fatto che vuole eliminare l'ICI e abbassare le tasse... mi chiedo: MA DOVE CAZZO TROVI I SOLDI PER FARE TUTTO COGLIONE!

Buon Regime a tutti quanti e

Obiettivo Kyoto - [14/04/08]

sul sito www.kyotoclub.org potete vedere un bellissimo contatore che riporta il costo del ritardo sugli obiettivi di Kyoto. Come ben sapete (ovviamente si fa per dire...) l'Italia, come tutti i paesi che hanno sottoscritto il Protocollo di Kyoto, dal 1° Gennaio 2008 fino al 2012 deve ridurre le emissioi di gas ad effetto serra (per l'Italia la riduzione deve essere del 6,5%). Inoltre è previsto che nel periodo antecedente il 2008, gli Stati contraenti si impegnino ad ottenere entro il 2005 concreti progressi nell'adempimento degli impegni assunti e a fornire le prove. Gli Stati, inoltre, posso utilizzare il 1995 come anno di riferimento per le emissioni di HFC, PFC e SF6.

Come ben sapete, l'Italia non ha diminuito nemmeno di un punto le emissioni dal 1990 ad oggi, anzi, le ha aumentate del 9,9%.

In virtù di ciò, l'Italia dal 1° Gennaio 2008 dovrà pagare una cifra che ad oggi si aggira attorno ai 427 milioni di euro, in pratica 47,6 euro al secondo.

Ovviamente, di questa ennesima multa, ai nostri dipendenti non frega assolutamente nulla!

Ebbene, le soluzioni ci sono e quelle che secondo me sono le più significative sono:

- CCS ovvero Carbon Capture and Sequestration, anche detto Cattura e Sequestro dell'anidride carbonica.

- Agricoltura biologica e prodotti a Km ZERO.

Molto brevemente, la prima si tratta di una tecnica che consiste nell'andare a catturare la CO2 in uscita delle grandi centrali a olii combustibili, renderla liquida grazie ad elevate pressioni e stoccarla in idonei bacini. L'immagine sottostante motra quali sono i bacini all'interno dei quali è possibile ingabbiare la CO2 liquida. In generale, "bastano" 1500-2000 metri sotto la superficie per avere la presione ideale per mantenere la CO2 liquida. Ovviamente il pozzo deve garantire una buona impermeabilità. Tralasciamo altri particolari tecnici...

image

Il costo di questa tecnologia oggi è di 70 euro/tonnellata di CO2, ma è destinato a scendere appena il processo verrà industrializzato. Inoltre nel flusso di CO2 possono essere immagazzinati anche altri gas nocivi cone NOx e SOx. Per quanto riguarda l'Italia come siamo messi? Ecco, non crederete ai vostri occhi per quello che leggerete. Uno studio ha mostrato che siamo dotati di sufficienti pozzi con buone caratteristiche di impermeabilità, per stoccare tutta la CO2 che dovremmo rimuovere dai nostri cieli per rientrare nei parametri di Kyoto. Cioè, se ci è richiesto di diminuire le emissioni di 200 milioni di tonnellate di CO2/anno, basterebbe scavare 40 pozzi a 1500/2000 metri e avremmo risolto il problema delle emissioni di CO2 nel nostro paese. Ovvimamente non si può andare avanti a produrre le stesse quantità di CO2 di oggi, ma finchè in questo paese non nascerà una vera politica energetica che punti TOTALMENTE sulle fonti rinnovabili, questa tecnologia potrebbe salvarci il culetto!!! Ovviamente c'è già chi rompe le palle parlando di possibili effetti collaterali di questa tecnologia. Senza entrare nei particolari, la presenza di giacimenti di CO2 liquida nel sottosuolo è una cosa del tutto naturale, pensate alle nostre amate Dolomiti, sapevate che sono nate dalla CO2 sequestrata geologicamente nel passato geologico a 1.000-2.000 metri di profondità, venute poi a giorno con i movimenti tettonici? Inoltre sono state prese in considerazione anche aventuali emissioni di CO2 a causa di una errata scelta del sito di stoccaggio, ebbene, si avrebbe quello che in gergo tecnico si definisce Diffuse Degassing Structure (Dds), ossia zone di degasaggio naturale che in Italia ne esisto già 200 e sono spesso sede di terme. In pratica i rischi di questa tecnologia sono minimi.

Per tutti i dettagli vi rimando a questo bellissimo pdf.

Per quanto riguarda la seconda soluzione, l'ho vista questa sera in TV a Report. In un fantastico servizio, che provvederò a recuperare il prima possibile da youtube, è stato mostrato che ogni aratura di un campo coltivato in modo tradizionale e cioè con concimi e disinfestanti chimici, porta alla stessa produzione di CO2 che produrrebbe una colonna di autocarri!!!! Questo perchè il rivoltamento della terra porta il carbonio contenuto nel concime chimico a contatto con l'aria e l'ossigeno in essa contenuto portando alla produzione di CO2. La soluzione consiste nell'abbandono totale della concimazione chimica e all'addozione della cosidetta agricoltura biologica. Molto importante è anche la riduzione del cosumo dei prodtti importati che hanno percorso molti kilometri per arrivare sugli scaffali dei nostri supermercati. Consumare prodotti autoctoni non solo risolleva l'economia italiana ma fa bene anche all'ambiente!!!

ok, la smetto di fare il saccente e vado a dormire!

ciao ciao.

Delio allo stato brado - [11/04/08]

Ascoltate l'ennesima pagliacciata di un Buffone che ci governerà per i prossimi 12-24 mesi... 5 anni è impossibile! Cade prima! O per mano di Bossi o per mano di una folla inferocita che prenderà a ferro e fuoco il Parlamento...




Da notare soprattutto il comportamento servile di quella puttana di Vespa. Il futuro presidente del consiglio spara insulti a raffica (enza contradditorio) e Vespa lo lascia parlare, non lo ferma, non gli dice nulla! Questa è la punta di diamante dell'informazione italiana?


Intanto The Economist titola così:

Return of the jester ... Il ritorno del giullare ... cliccate sul link e guardate a chi si riferisce...


Per titolo di cronaca, io non voto Veltroni! non sono di sinistra, tanto meno comunista! Rendetevi anche conto che in Italia, Destra e Sinistra non esistono più da almeno 14 anni! Esiste solo Berlusconi e i suoi discepoli. Discepoli dichiarati oppure no (esempio: Veltroni)


ah, qui la lista dei prossimi senatori e qui quella dei deputati. Confrontatele con quelle ufficiali che usciranno dopo le elezioni. Fonte www.beppegrillo.it

Time.com's First Annual Blog Index - [09/04/08]

Il Time (non è il Corriere Della Sera ne il Foglio ne tanto meno Metro) ha stilato la classifica dei più importanti blog a livello mondiale. Il blog di Beppe Grillo è tra i primi 25.

Time

a questa pagina si può votare dando un punteggio da 1 a 10 ad ognuno dei 25 Most Popular Blog. Beppe's Blog è al primo posto con quasi 50000 voti. E sono in continuo aumento.

Presentazione del blog beppegrillo.it da TIME.com:
"Beppe Grillo, un popolare comico italiano, attore e autore di satira politica, scrive uno dei pochi blog non di lingua inglese popolare a livello mondiale. Il motivo è che Grillo si esprime nel linguaggio internazionale dell'indignazione. Durante una giornata tipica il blog di Grillo può chiedere alla Germania di dichiarare guerra all'Italia, all'Italia di boicottare i Giochi Olimpici in Cina o, a un importante personaggio politico, di smettere di agire come uno "Psico-nano". La maggior parte dell'indignazione ha un bersaglio politico - il blog di Beppe pubblica una lista aggiornata dei parlamentari italiani condannati, e frequentemente chiede ai politici corrotti di dimettersi dal loro incarico. Lo scorso settembre, Grillo ha usato il suo blog per organizzare una manifestazione in circa 300 città italiane per il suo "Vaffanculo Day", per incoraggiare i cittadini a rimuovere dal Parlamento i condannati in via definitiva. La manifestazione ha avuto così successo che la sua seconda edizione è prevista per il 25 aprile. L' America potrebbe usare un comico di satira politica alimentato da questo tipo di indignazione, ma per ora, c'è Beppe." TIME

Alla marcia per il V2-Day del 25 Aprile si sono iscritti quasi 73000 persone.

Al V-Day dell'8 Settembre scorso sono state raccolte 350000 firme in UN SOLO GIORNO per una proposta di legge d'iniziativa popolare.

Il Meetup di Beppe Grillo è il secondo del mondo con quasi 72000 iscritti in 509 sotto-meetup divisi in 365 città e 25 nazioni. I meetup operano indipendentemente da Grillo, organizzano incontri, convegni, si fanno sentire in comune, propongono e sostengono iniziative di interesse pubblico e non gliene viene in tasca un emerito cazzo!

Grazie al Blog sono nate 19 LISTE CIVICHE che si presenteranno alle amministrative il prossimo 13-14 Aprile in 17 città e una regione. Guardate le condizioni per ottenere la certificazione del blog... Del Blog, non di Grillo!

Se secondo voi questa è demagogia, populismo e antipolitica, beh allora state dando dei coglioni a migliaia di persone. Senza il Blog non sarei mai andato dal mio sindaco a chiedere informazioni sulla gestione dei rifiuti nel mio comune... Senza il Blog non avrei mai scoperto che ci sono centinaia di corrotti/condannati/collusi/inquisiti nel parlamento... Senza il Blog non avrei ma scoperto che l'inceneritore di Brescia è in rosso... Senza il Blog non avrei mai scoperto che lo stato da 1 miliardo di euro ai giornali... Senza il Blog non avrei mai scoperto che Berlusconi è andato sotto processo 15 volte... Senza il Blog non avrei mai scoperto che viviamo in un regime... senza il Blog non sarei qua a cercare di farvi ragionare!

Per non dimenticare - [08/04/08]

Intervista di Daniele Luttazzi a Marco Travaglio nella puntata del 14 Marzo 2001 della trasmissione televisiva Satyricon.







In Italia il Conflitto di Interessi è un FALSO PROBLEMA? - [08/04/08]

ma puttana troia!!!!!! ma sentite sto coglione:"In Italia il conflitto di interessi è un falso problema, il conflitto di interessi è più che altro un argomento politico ed elettorale" ... ma come faccio a non bestemmiare? ditemelo! come faccio? guardate il video, registrato da un'emittente estera e quindi sopra tuttte le parti!

Ascoltate Sartori che dice che gli ITALIANI SONO COMPLETAMENTE DISINFORMATI.

Guardate un AGENTE IN BORGHESE che impedisce all'operatore estero di realizzare il servizio su una manifestazione davanti la RAI... Cina docet

Ascoltate la Corte Costituzionale Europea che ha DELIBERATO ALMENO 20 VOLTE per giungere alla conclusione che un singolo individuo che controlla oltre il 20% dell'informazione in un paese, viola il principio costituzionale del pluralismo.

Ascoltate Berlusconi che si fa fare le leggi dal Presidente del Consiglio, ma quando è lui il Presidente del Consiglio, la cosa è più facile.

Ascoltate la RAI che in un anno perde il 14% di introiti derivanti dalla pubblicità mentre Mediaset, nello stesso anno, cala solo dell'1%.

Ascoltate come la RAI abbia avuto una grossa flessione negli ascolti da quando Berlusconi è Presidente del Consiglio.

Ascoltate come mediaset abbia visto i suoi titoli volare in Borsa da quando Berlusconi è Presidente del Consiglio.

Ascoltate Marco Travaglio, a cui è stato fatto causa per 50 milioni di dollari, (non ha pagato nemmeno 1 centesimo perchè ha vinto tutte le cause...) che dice:" se dico delle parolacce o delle bestemmie tagliatele" (Sei un grande!!!!!!!!)



E se tutto questo non fosse solo "storia". Cioè, se questo fosse il nostro immediato futuro? Meditate gente, meditate...

La Destra... Mah... - [08/04/08]

Non me ne voglia Giacomo che vota Destra, ma questo video è troppo bello per non divulgarlo!!!

Guardate:


Operazione Compost - [07/04/08]

Oggi, 7 Aprile 2008, messa in opera della Compostiera realizzata da me medesimo con tanto amore e impegno! un particolare ringraziamento a mio fratello Francesco che mi ha procurato le assi (ogni tanto ne fa una giusta... ho detto ogni tanto il che significa una ogni centotrentasette!). Totale della spesa: 2 euro tra cardini e giunti di acciaio...

Misura 80 x 80 cm per 120 di altezza... è un pò tanto ma cmq sappiate che per ottenere il compost nel più breve tempo possibile (20 giorni) si deve realizzare un cumulo di materiale di almeno 1 metro cubo. In questo modo la dispersione di calore che si produce durante il processo di bio-ossidazione, risulta essere notevolmente ridotta. Così, al centro del cumulo si raggiungono temperature di 50-60 °C che consentono l'habitat ideale di microrganismi e batteri. Volumi inferiori non consentono il mantenimento di temperature ottimali e quindi il primo compost si ottiene dopo diverse settimane.

compostiera1 compostiera3 compostiera2

La compostiera può ospitare diverse tipologie di materiale: fieno, paglia, foglie, rami triturati, carta di giornale, scarti vegetali di cucina ecc ecc.. Non può, invece contenere carne, pesce, olii, ossa, carta colorata e/o plastificata ecc.. Le regole da seguire per un buon compostaggio sono diverse.. vi riporto le principali:

- alternare strati di materiale Verde (scarti di cucina ed erba) e materiale Marrone (rami e foglie secche) con rapporto 2:1

- ricoprire con uno strato di terra o terriccio

- tenere leggermente umido il cumulo ma nn troppo se no i lombrichi muoiono!

- buttarci dentro qualche lombrico!!!

- non pressare troppo il materiale perchè deve circolare l'aria all'interno del mucchio perchè si vuole favorire la reazione aerobica... quella anaerobica produce metano...

e questo è tutto!

Buon Compostaggio a tutti!!!!!

L'informazione? eccola: - [07/04/08]

http://www.danielemartinelli.it

un assaggio:




In questi dieci minuti ha fatto passare tutto:

Rimborsi Elettorali, Finanziamenti ai Partiti, V-Day, Mastella, Finanziamenti all'Editoria, Rai e sprechi...

Grandissimo Daniele Martinelli!!!!!!!

Guardate come quella puttana di Vespa tratta i partiti minori - [06/04/08]

sentite come tratta i rappresentati delle liste minori..

Se mi dite ancora che Vespa è imparziale...

beh allora siete solo dei poveri coglioni.




Vespa sei una puttana, una sgualdrina, un servo di merda, un coglione..

Sparisci dall'Italia, emigra e impara a fare il giornalista!

Buffone.

Giuliano Ferrara, un uomo un perchè - [02/04/08]

http://dagospia.excite.it/esclusivo.html

ferrara_pomodori_cor02 ferrara_pomodori_cor04

ferrara_pomodori_cor14 ferrara_pomodori_cor10

Perchè lavorare in Telecom? ascoltate quel coglione del Direttore Generale Luca Luciani: - [02/04/08]




La Classe Dirigente Italiana.

L'Italia è un Regime fondato su Berlusconi - [02/04/08]

"In Italia comanda, decide, ordina la disinformazione. Sette televisioni e tre giornali si sono sostituiti alla democrazia. Tutto quello che non sapete è vero. Quello che sapete è ciò che vuole il Sistema. Non c'è bisogno della polizia o delle leggi speciali per vivere in un regime. E' sufficiente il controllo dell'informazione. I media sono il primo obiettivo in qualunque colpo di Stato.
L'Italia non sa più nulla. Non riesce più a giudicare. E' schizofrenica. La realtà e l'informazione che riceve sono due cose diverse, contrapposte.
Non siamo padroni della nostra vita perchè non sappiamo. Sette televisioni e tre giornali. RAI1, RAI2, RAI3, Canale 5, Italia1, Rete4, La7, il Corriere della Sera, la Repubblica, la Stampa. Il nostro Governo, il nostro Parlamento, i nostri occhi sono loro. I magnifici 10. I nomi dei direttori sono importanti, ma fino a un certo punto. Riotta, Mazza, Giordano, Liguori, Fede, Piroso. A chi rispondono questi signori? Che interessi rappresentano?
Prodi ha messo lì il pinguino Riotta e Fini, "una mattina, una brutta mattina", ha regalato la scrivania del Tg2 a Mazza. I giornalisti dei telegiornali pubblici sono addetti di uffici stampa, velinari (talvolta vaselinari), impiegati di Regime.
Canale 5, Italia1 e Rete4 sono strumenti di propaganda di Testa d'Asfalto (Berlusconi). Hanno una doppia funzione: fargli fare miliardi di euro con la pubblicità attraverso Publitalia e mantenere gli italiani in coma assistito. Lo psiconano (Berlusconi) è un concessionario dello Stato. Le frequenze televisive su cui trasmette sono nostre. Il conto corrente, le notizie e il conflitto di interessi, invece, sono solo suoi. La7 è di Telecom Italia, un megafono degli interessi industrilali dei suoi azionisti. Benetton ad esempio, Telefonica a riesempio.
Paolo Mieli è l'espressione del salotto buono del Corriere della Sera. Un gruppo assortito di società che spazia dalla Pirelli a Mediobanca, da Intesa San Paolo alla Tod. I padroni del Corrierone si chiamano Confindustria e ABI (Associazione Bancaria Italiana). Geronzi, Passera, Tronchetti, Della Valle. La Repubblica è del gruppo l'Espresso dell'ingegner Carlo De Benedetti, industriale, finanziere. La Stampa è del gruppo Fiat, un quotidiano ispirato da Luca Cordero di Montezemolo.
Riassunto: partiti, Testa d'Asfalto, Confindustria e ABI possiedono l'informazione. Se vogliono possono farci credere qualunque cosa. E ci fanno credere qualunque cosa. Il V2 day del 25 aprile è il primo passo per ridare la capacità di intendere e volere agli italiani. L'informazione va separata da interessi economici e politici.
Tre referendum per una libera informazione in un libero Stato. Abolizione dell'ordine dei giornalisti di Mussolini. Abolizione del finanziamento pubblico all'editoria di un miliardo di euro all'anno. Abolizione della legge Gasparri e del duopolio Rai-Mediaset. Per partecipare firmate i moduli d'adesione presso i numerosissimi banchetti allestiti in 270 città."

B.G.

Aprite gli occhi e spegnete la TV.